Anno 3°

giovedì, 18 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

I marchi Dop e Igp traino per l'agroalimentare: +70 per cento negli ultimi dieci anni

giovedì, 7 giugno 2018, 16:19

Negli ultimi dieci anni  i fatturati nazionali delle produzioni agroalimentari che coniugano qualità e territorio (marchi Dop e Igp) sono cresciuti del 70%, l'export, addirittura del 143%. E la Toscana ha fatto la sua parte con le sue 89 indicazioni geografiche su 818 (31 del comparto cibo, 58 legate al vino). Sono questi alcuni dei dati più significativi emersi oggi a Firenze nel corso del workshop dedicato a "Indicazioni geografiche e sviluppo del territorio", promosso dalla rete rurale di Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), con la collaborazione della Regione Toscana.  

Un appuntamento, quello che si è svolto a Palazzo Strozzi Sacrati,  che ha permesso da una parte una analisi su  tutto il percorso delle indicazioni geografiche che, avviato da tempo, sta dando risultati importanti,  e dall'altra un confronto a tutto campo tra istituzioni, tecnici, esperti, presidenti di Consorzi. Obiettivo: accompagnare e sostenere lo sviluppo conquistando nuove fette di mercato e connettendo in misura sempre maggiore i marchi con i gli enti pubblici e le collettività che vi operano.

"La sfida delle indicazioni geografiche è esattamente la nostra: cioè quella di tenere insieme la qualità dei prodotti e dei processi, certificata da un disciplinare di produzione con la storia, la cultura, la tradizione del territorio che lo esprime" ha evidenziato l'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi.

"I marchi Dop e Igp – ha proseguito - sono un traino importante per tutta l'economia locale che può fruirne direttamente, con i produttori locali, o investendo in attività connesse al turismo o ai servizi. La giornata di oggi è quindi estremamente utile per dare indicazioni preziose e aumentare anche l'efficacia delle politiche pubbliche orientate verso il settore.  I dati che ci sono stati mostrati sono incoraggianti: questa scelta va quindi sostenuta e rafforzata.  Il tutto tenendo sullo sfondo, ma ben presente, anche una preoccupazione, legata alle prime indicazioni che ci vengono da Bruxelles sulla Pac post 2020.  I tagli ipotizzati (intorno al 17%) potrebbero incidere pesantemente sulle politiche regionali future anche in quest'ambito. E' necessario che tutti gli attori coinvolti si facciano sentire per modificare questa impostazione".

Dop e Igp: i dati nazionale e regionali
In Italia le Dop (Denominazione di orgine protetta) e Igp (Indicazione geografica protetta) sono 818: di queste 295 riguardano l'area "cibo" mentre la maggioranza (523) è dei marchi connessi al vino. Negli ultimi dieci anni queste indicazioni geografiche sono aumentate del 40% (erano  584 nel 2007).

Notevole anche il giro di affari: il fatturato  di Dop e Igp è stimato da Ismea in 14,8  miliardi di euro così distribuiti: 6,6 per l'area cibo e 8,2 per quella vino.  Numeri che hanno permesso di allargare il peso complessivo del fatturato di queste produzioni su quello generale: ora è pari all'11%. Una cifra che si raddoppia (22%) se si prende in considerazione il solo export: è oltre frontiera che vengono destinate quote molto significative delle produzioni provenienti da indicazioni geografiche: 8,4 miliardi sui 14,8 complessivi (3,4 per i marchi "Food", 5 per quelli "Wine").

La Toscana è molto ben rappresentata: 31 sono le Dop e Igp del comparto cibo (16 Dop e 15 Igp) ,  58 di quello vino. Dentro ci sono tanti sapori e profumi di Toscana:  salumi e farine, formaggi e castagne, carni e vari tipi di olio, ma anche cantuccini e panforti.

Il significato di Dop e Igp
La differenza fra prodotti Dop (Denominazione origine protetta) e prodotti Igp (Indicazione geografica protetta) sta nel fatto che, nel caso dei prodotti Dop tutto ciò che concerne l'elaborazione e la commercializzazione del prodotto ha origine nel territorio dichiarato; mentre nel caso del prodotto Igp il territorio dichiarato conferisce al prodotto, attraverso alcune fasi o componenti della elaborazione, le sue caratteristiche peculiari, ma non tutti i fattori che concorrono all'ottenimento del prodotto provengono dal territorio dichiarato. Entrambe le etichette consentono ai consumatori di conoscere con esattezza le origini e le caratteristiche dei beni che intendono acquistare. Sono una garanzia non solo per il cliente finale, ma anche per il produttore che può tutelare il suo lavoro dalle imitazioni.


coppi


notini


ristorante ol bugno


prenota_spazio



Altre notizie brevi


puntoeacapo


giovedì, 18 ottobre 2018, 10:43

USI-CIT Sanità Toscana: "I fascisti esistono"

La segreteria USI-CIT Sanità Toscana interviene in merito alla manifestazione di sabato scorso, a Fornaci di Barga, contro il pirogassificatore alla Kme.


mercoledì, 17 ottobre 2018, 22:17

A Barga Gigi Simoni presenta la sua biografia

Venerdì 19 ottobre, alle 18, a Palazzo Pancrazi a Barga, Gigi Simoni presenta la sua biografia "Simoni si nasce. Tre vite per il calcio". Saranno presenti Gigi Simoni, gli autori e personaggi del mondo dello sport.


prenota_spazio


mercoledì, 17 ottobre 2018, 22:05

Caccia, il Tar respinge il ricorso degli animalisti contro il calendario venatorio

Il TAR della Toscana ha respinto l'istanza presentata dalle associazioni Lipu, Wwf, Enpa, Lav e Lac che a settembre avevano fatto ricorso contro il calendario venatorio 2018 -2019 stabilito dalla Regione, che prevede l'apertura anticipata della stagione della caccia.


mercoledì, 17 ottobre 2018, 17:15

Cave, Rossi: "No a condoni, sì alla tutela dei lavoratori durante eventuali sospensioni dell'attività"

"La Toscana è contraria ai condoni e non possiamo accettare l'idea di autorizzazioni rilasciate a sanatoria. Non siamo certo per chiudere le cave o per sospendere l'attività, ma davanti ad abusi importanti, di oltre 1000 mc, non possiamo fare finta di nulla.


lunedì, 15 ottobre 2018, 18:17

A Pieve Fosciana torna “Sapori d’Autunno”

Domenica 21 ottobre torna “Sapori d’Autunno”, la manifestazione di Pieve Fosciana che farà gustare i prodotti tipici della stagione autunnale a basa di farina di neccio. A partire dalle 12:30 un ricco menu, non più a prezzo fisso ma a scelta: un ricco antipasto che comprende i sapori antichi e...


lunedì, 15 ottobre 2018, 11:32

Bonafè nuova segretaria Pd Toscana, il commento di Stefano Baccelli

“Ottimi risultati a Lucca alle primarie del Partito Democratico per la scelta del segretario regionale, sia in termini di partecipazione che di sostegno a Simona Bonafè. Sul territorio lucchese hanno votato 3.140 persone, tra queste in 2486 si sono espresse per Simona Bonafè, l’80,01 % e 621 per Valerio Fabiani,...


sabato, 13 ottobre 2018, 14:35

Filippo Antonini nuovo presidente provinciale Anpi

L'ANPI provinciale di Lucca, l'11 ottobre, durante la propria assemblea territoriale, ha eletto ad unanimità il nuovo presidente provinciale, nella figura di Filippo Antonini. Antonini, nel ringraziare l'ex presidente Gabriella Paolini (dimessasi per motivi familiari), per il proficuo lavoro svolto in questi tempi difficili, ha tracciato - nuovamente - l'impegno dell'associazione nel portare avanti i valori dell'antifascismo, la difesa...


venerdì, 12 ottobre 2018, 14:15

Sistema Ambiente: selezione pubblica per tecnico ed operatore informatico

Sistema Ambiente S.p.A. ricorda che è indetta una selezione pubblica, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo indeterminato di una unità nel profilo di Tecnico ed operatore informatico ( livello 4B CCNL dei Servizi Ambientali). L’avviso completo del bando di selezione (contenente requisiti e modalità per la partecipazione) è scaricabile...


giovedì, 11 ottobre 2018, 14:42

Appello al voto del consigliere regionale Stefano Baccelli per Simona Bonafè

Domenica prossima, 14 ottobre si terranno le primarie aperte per la scelta del nuovo segretario del Partito Democratico toscano. È un'importante occasione di partecipazione, necessaria sia per riallacciare i fili con le tante persone che non guardano più a noi, sia per rafforzare i legami e il confronto con chi...


giovedì, 11 ottobre 2018, 11:07

Formazione: ITS, al via i nuovi corsi post diploma per tecnici specializzati in energia sostenibile

"Un bilancio più che positivo, 8 su 10 studenti hanno trovato lavoro entro un anno dal conseguimento del diploma. Un dato importante, che conferma come una formazione specializzata ed al passo con i tempi sia fondamentale per dare ai ragazzi strumenti utili per affrontare l'attuale mercato del lavoro.


Ricerca nel sito


Associazione Musicale Lucchese


prenota_spazio


prenota_spazio


maranello corse


conflavoro


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio