Anno 3°

venerdì, 14 dicembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Astaldi a rischio fallimento, Sarti e Fattori (Sì): "Occasione per rendere totalmente pubblici gli ospedali toscani costruiti in project financing"

venerdì, 5 ottobre 2018, 16:31

"Più passa il tempo e più cresce la nostra convinzione che la Regione Toscana debba entrare in pieno possesso dei servizi dei quattro ospedali toscani costruiti in project financing. Questo sistema è sbagliato a monte, perché si basa su una commistione di pubblico e privato, dove è sempre il pubblico ad assumersi i rischi maggiori e il privato a fare profitti". Così Paolo Sarti e Tommaso Fattori, commentano la situazione legata ad Astaldi, il primo General contractor italiano, che ha presentato richiesta di concordato preventivo. I due consiglieri regionali di Sì-Toscana hanno illustrato la propria posizione in merito alla vicenda in una conferenza stampa assieme a Nicola Cavazzuti (Rifondazione Comunista-PAP Massa) Roberto Marcelli (Prato in Comune), Rosalia Billero (PRC Pistoia).

"L'operazione di finanza di progetto sugli ospedali di Prato, Pistoia, Lucca e Massa è sbagliata sin dal suo concepimento - aggiungono Sarti e Fattori - con il soggetto pubblico che investe il 70% delle risorse a fronte del 30% del privato, che diventa concessionario per 19 anni di servizi fondamentali per il buon funzionamento delle strutture. Servizi non sanitari (manutenzione, pulizie, verde, trasporti, ristorazione) e commerciali (parcheggi, bar, negozi, edicola, etc). La Corte dei Conti ha condannato il project financing, riferendosi proprio ai quattro ospedali toscani, come modello altamente penalizzante per la parte pubblica. Successivamente sono state intraprese dalla Regione strade  tortuose, come il maxi appalto a Condotte per l'ospedale di Pisa da mezzo miliardo di euro: evidentemente si è capito che il project financing non è più riproponibile. Ma un'analisi, una critica e una discussione trasparente sulle negatività di questo modello non sono mai state affrontate nelle sedi opportune, tantomeno in Consiglio regionale". Anche per questo motivo, Fattori e Sarti hanno stilato un'interrogazione e una mozione in cui si chiede alla Regione di valutare il rilevamento delle quote che fanno capo ad Astaldi.

"Noi siamo preoccupati – continuano i consiglieri di Sì - perché o Astaldi fallisce o è comunque in vendita al miglior offerente. C'è stato intanto il tracollo del valore delle sue azioni ed un aumento dell'indebitamento fino a 1,89 miliardi di euro. Già in altre Regioni, dove governa la Lega, sono state fatti nuovi accordi con società private e fondi di investimento e non vogliamo che questo capiti in Toscana. A fronte della situazione ribadiamo, come già due anni fa, la richiesta alla Regione di riacquistare le quote di Ge.Sat, la società che gestisce i servizi non sanitari dei 4 ospedali in project financing, riportando tutta la gestione in mani pubbliche".

"Abbiamo letto le rassicurazioni da parte di Astaldi sul prosieguo delle opere e sul pagamento dei creditori, ma suonano come quelle che aveva fornito recentemente Condotte, che poi i libri in tribunale li ha portati davvero e ha lasciato nell'incertezza la costruzione dell'ospedale di Pisa, oltre a centinaia di operai senza stipendio in quel cantiere e in quello della Tav. Allora dobbiamo scongiurare i servizi nei quattro ospedali toscani diventino un business in balia dalle speculazioni dei fondi di investimento. La Regione rispetti invece il suo ruolo di garante dei diritti fondamentali dei cittadini, compreso il diritto alla salute".

"In questo momento Sat che ha costruito in project financing i quattro ospedali e che poi ha preso in gestione dall'Ati iniziale i servizi non sanitari ("no core"), a oggi è all'80% in mano a Equitix. La società consortile Ge.Sat è il braccio operativo di Sat che fornisce questi servizi all'interno dei quattro ospedali (Massa, Pistoia, Lucca e Prato). Astaldi e Pizzarotti hanno acquistato le quote della Technit raggiungendo così il 100% del controllo della Ge.Sat."

"Per quanto riguarda le vicende di Sat, il 29 dicembre 2017, come abbiamo detto, Astaldi e Pizzarotti hanno ceduto gran parte delle quote a Equitix Holdco Sat, direttamente controllata da due fondi di investimento strutturale 'Equitix' di diritto inglese. Il socio di maggioranza di Equitix è Tetragon che ha sede nel paradiso fiscale Guerseney (isola Canale della Manica), entrata nella Black List dei paradisi fiscali con decreto ministeriale del 4 maggio 1999. A sua volta, Tetragon è controllata dalla finanziaria americana Fortress, il cui socio di riferimento è la società di telecomunicazione giapponese Softbank e che ha acquisito le obbligazioni tossiche di Unicredit. Oltre tutto, Softbank è socio di riferimento di Uber."

"Prendendo atto che la situazione di Sat è oramai in balìa dei mercati finanziari internazionali, e sulla quale non è più possibile intervenire, la Regione potrebbe ancora rilevare da Ansaldi le quote di Ge.Sat, come proponiamo nella nostra mozione", concludono Sarti e Fattori. 

 


coppi


notini


ristorante ol bugno


prenota_spazio



Altre notizie brevi


puntoeacapo


venerdì, 14 dicembre 2018, 17:12

Arca della Valle e protezione civile di nuovo insieme alla Conad per impacchettare i regali di Natale

I volontari dell'Arca della Valle e della Protezione Civile di Gallicano saranno presenti al centro commerciale Conad Superstore a Gallicano nei giorni 22, 23 e 24 dicembre per impacchettare i regali acquistati all'interno del centro commerciale. Viene richiesta una piccola offerta per ogni pacco natalizio preparato con cura dai volontari.


venerdì, 14 dicembre 2018, 14:41

Vaccino antinfluenzale, Saccardi: "In Toscana non c'è carenza"

"In Toscana non c'è carenza di vaccini antinfluenzali. C'è stata una richiesta maggiore rispetto all'anno scorso, e questo è un buon segno, vuol dire che la campagna di vaccinazione ha funzionato. Per questo i vaccini ordinati alle ditte da Estar sulla base delle richieste delle aziende non sono stati sufficienti,...


conflavoro


venerdì, 14 dicembre 2018, 11:41

Sistema Ambiente, chiusura uffici amministrativi a Lucca e Borgo

“Sistema Ambiente Spa” comunica che gli uffici amministrativi e TIA di Borgo Giannotti e Borgo a Mozzano saranno chiusi al pubblico nei seguenti giorni:


giovedì, 13 dicembre 2018, 17:45

Serata di promozione sociale a Borgo a Mozzano

L'associazione culturale e di promozione sociale A.E.D.O., in occasione della Giornata Internazionale per i Diritti dei Migranti, presenta "L'apolide multiculturale verso una cittadinanza universale": il progetto Sprar nel comune di Borgo a Mozzano, convegno, performance/video "Il Sigillo" e apericena.


martedì, 11 dicembre 2018, 12:34

Sanità, Baccelli interroga la giunta sui tetti massimi per l'acquisto di prestazioni dalle strutture private accreditate

Verificare che le misure contenute nella delibera di Giunta n.1220/2018,  che ridefinisce la materia dei rapporti con il privato convenzionato, non incidano negativamente sulla programmazione delle attività e sulle prestazioni erogate dalle strutture sanitarie accreditate, né tantomeno sui livelli occupazionali; aprire sulla questione un tavolo tra Regione, Azienda Usl Toscana...


lunedì, 10 dicembre 2018, 11:55

Verde pubblico, Confagricoltura Toscana: “Stop a gare al massimo ribasso. Servono nuove norme”

"Con l'arrivo dell'anno nuovo siamo abituati a riempirci di buoni propositi. Purtroppo lo fanno troppo spesso anche quelli che hanno il diritto-dovere di governare la Res Publica. Adesso però le belle parole e le buone intenzioni non bastano più.


venerdì, 7 dicembre 2018, 18:09

Cooperative di comunità, Baccelli (Pd): “Progetti che valorizzano i territori”

Capannori, Gallicano e Fabbriche di Vergemoli: qui stanno prendendo forma delle cooperative di comunità grazie anche al supporto della Regione. Sono stati annunciati oggi infatti dalla Giunta i progetti ammessi a finanziamento per un bando ad hoc, per il quale in tutta la Toscana sono state stanziate risorse per 1...


venerdì, 7 dicembre 2018, 14:30

Coreglia, misure di sostegno per danni del maltempo di ottobre

Sono state definite le procedure per far fronte ai danni occorsi al patrimonio privato ed alle attività produttive a seguito delle calamità naturali che si sono verificate nei giorni 29/30 ottobre 2018 sul territorio della Regione Toscana, perle quali è stato dichiarato lo stato di emergenza e completata la ricognizione...


venerdì, 7 dicembre 2018, 14:28

Maltempo fine ottobre, entro il 14 dicembre le domande per i contributi di "primo sostegno"

Privati e imprese potranno ricevere un primo sostegno economico per i danni subiti in seguito agli eventi di fine ottobre. In base all'ordinanza del Commissario delegato di Protezione civile firmata sulla scorta delle disposizioni nazionali che contemplano il "primo sostegno", le misure prevedono un contributo fino a un massimo di...


venerdì, 7 dicembre 2018, 11:26

Normativa sulle cave, le richieste dei segretari generali toscani Cgil e Uil

Ecco le richieste di Dalida Angelini, segretario generale Cgil Toscana, e Annalisa Nocentini, segretario generale Uil Toscana, in merito alla normativa sulle cave: "La normativa e l'azione nei confronti delle autorizzazioni e dell'attività delle cave - con particolare riferimento per quelle del distretto apuo-versiliese - devono essere improntate alla salvaguardia ambientale,...


Ricerca nel sito


Associazione Musicale Lucchese


prenota_spazio


prenota_spazio


maranello corse


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio

suncar superammortamento