Anno 3°

venerdì, 18 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

ciocco

Marmo, Confindustria: “La sentenza del Tar non è completamente negativa”

giovedì, 11 aprile 2019, 17:12

"Ovviamente la sentenza del Tar non ci lascia soddisfatti, ma leggerla come una totale sconfitta delle nostre ragioni ci appare fuorviante perché i giudici amministrativi nelle loro motivazioni aprono alle nostre osservazioni per quanto riguarda gli sforamenti e suggeriscono una soluzione che preveda un margine di tolleranza che eviti il blocco delle lavorazioni" così l'associazione industriali di MassaCarrara commenta le sentenze del Tar su due ricorsi presentati dalle aziende lapidee contro le decisioni dell'amministrazione comunale di Carrara che ne avevano fermato le lavorazioni.

"E utile a tal proposito .- continua Assindustria di MassaCarrara – leggere cosa scrivono i giudici amministrativi a pagina 18 delle motivazioni:

"L'interpretazione fatta propria dalle Amministrazioni intimate viene poi contestata in quanto asseritamente incompatibile con lo svolgimento dell'attività estrattiva secondo le regole tecniche della materia.

In proposito il Collegio osserva che, come correttamente replicano le parti resistenti, in linea generale una corretta progettazione ed un'efficace direzione lavori è in grado, rispettivamente, di prevenire e risolvere le problematiche che emergono nel corso degli scavi, tutto questo però a condizione che venga lasciato un ragionevole margine di tolleranza nell'escavazione oltre la volumetria autorizzata (nel singolo sito estrattivo).

Lo sforamento di questa può avvenire anche per fatti non imputabili all'escavatore, quale ad esempio un imprevisto che richieda una rapida eliminazione per motivi di sicurezza. In tali casi non è ragionevole attendere i tempi del (nuovo) procedimento autorizzatorio i quali, per gli interessi pubblici rilevanti coinvolti, non possono essere brevi. Un margine di tolleranza adeguato entro cui effettuare la variazione con segnalazione certificata di inizio attività appare soluzione ragionevole; quella che invece stride è la previsione di un limite di tolleranza generalizzato e determinato in termini quantitativi (1.000 m³) per ogni cava, qualunque ne siano le dimensioni poiché determina un trattamento omogeneo di situazioni che, invece, possono essere diverse tra loro. Un conto è una cava con fronte pari, ad esempio, a metri 500; altro conto è la cava con fronte esteso per chilometri: in quest'ultima si può ragionevolmente ritenere che sia facile arrivare, si ripete per fatti anche non addebitabili all'escavatore, a colmare il margine di tolleranza oggi vigente o addirittura superarlo senza rendersene conto, ciò che comporta (de futuro) la gravissima conseguenza della decadenza dall'autorizzazione".

"Dunque – spiega Assindustria - nelle motivazioni i giudici rilevano che possono presentarsi situazioni, anche collegate alla sicurezza, in cui non è ragionevole attendere i tempi del nuovo procedimento autorizzatorio. E non a caso scrivono che "un margine di tolleranza adeguato entro cui effettuare le variazioni con segnalazione certificata di inizio attività appare soluzione ragionevole". E in più vi aggiungono che non è accettabile un limite di tolleranza generalizzato per tutte le cave".

"Insomma i giudici ritengono che sia necessaria una normativa che tenga conto delle peculiarità sia delle lavorazioni in cava sia delle differenze fra diversi siti estrattivi. E' questa una indicazione che riteniamo possa essere utile nel confronto che stiamo portando avanti e vogliamo continuare a portare avanti con le istituzioni e le parti sociali al fine di arrivare a una definizione condivisa delle regole del settore lapideo che sia in grado di restituire a imprese e lavoratori quelle certezze che oggi, purtroppo, mancano" concludono gli industriali.


pontecosi


vino


prenota_spazio


prenota_spazio


coppi


maxibazar


ristorante ol bugno


Altre notizie brevi


giovedì, 17 ottobre 2019, 16:16

Pac 2020, Remaschi chiede alla Ue di valorizzare le diversità locali e il ruolo delle Regioni

Continua l'impegno delle regioni agricole europee, e tra queste della Toscana, a difesa della dimensione regionale nella futura Politica agricola europea.


giovedì, 17 ottobre 2019, 13:09

Due donne si perdono mentre cercano funghi

Ennesimo intervento su cercatori di funghi. I tecnici della stazione di Lucca, del Sast, sono stati attivati ieri dai carabinieri per la ricerca di due donne che avevano perso l’orientamento in zona Nicciano, nel comune di Piazza al Serchio.


conflavoro


giovedì, 17 ottobre 2019, 09:29

Zucconi a Catania per gli Stati Generali del Turismo

Parlerà subito dopo la Leader del partito Giorgia Meloni e il titolo della discussione sarà Brand Italia, il turismo per un’Italia che cresce.


mercoledì, 16 ottobre 2019, 17:24

Tassa sulla plastica, le reazioni delle imprese di Confindustria Toscana Nord

Contrarietà, preoccupazione e sconcerto: queste le reazioni che si colgono nelle imprese della plastica socie di Confindustria Toscana Nord di fronte alla notizia della nuova tassa che andrebbe a colpire il settore.La legge di bilancio 2020 prevede infatti, nel testo approvato dal Governo ieri sera e ora all'esame dell'Unione Europea,...


mercoledì, 16 ottobre 2019, 11:40

Servizio Civile, c'è tempo fino a domani per fare domanda

C'è tempo fino a domani, 17 ottobre alle 10,per partecipare alla selezione dei giovani del servizio civile universale: Confcooperative Toscana propone ai ragazzi dai 18 ai 28 anni sei progetti e un totale di 93 posti.


martedì, 15 ottobre 2019, 22:16

Castagnata sul prato a Montecatino

Domenica 20 ottobre alle ore 15 l'Associazione Montecatino organizzerà una castagnata sul prato. Saranno offerti necci e vinbrule. In caso di pioggia l'evento sarà rimandato alla settimana successiva.


mercoledì, 9 ottobre 2019, 10:53

Pronto soccorso, all'accoglienza anche 130 giovani del servizio civile

Pronto soccorso, nei servizi di accoglienza e accompagnamento a pazienti e familiari saranno impiegati anche 130 giovani del servizio civile. E' della settimana scorsa la delibera che vara un Piano di azioni per migliorare l'esperienza di pazienti e parenti nei pronto soccorso toscani: tra queste azioni, appunto, anche la presenza di "accompagnatori",...


martedì, 8 ottobre 2019, 15:20

Nubifragi d'estate, la Regione stanzia un milione e mezzo di euro per Firenze, Lucca e Grosseto

Dopo i nubifragi che a fine luglio si erano abbattuti sulla Toscana il Consiglio dei ministri aveva riconosciuto, a settembre, lo stato di emergenza nazionale per le province di Arezzo e Siena ma non per la città metropolitana di Firenze né per Grosseto e Lucca.


sabato, 5 ottobre 2019, 19:53

Cade sulle Apuane, donna soccorsa da Pegaso

Una donna originaria di Lucca è stata soccorsa oggi dopo essere rimasta ferita, fortunatamente non in gravi condizioni, a seguito di una caduta per circa 30 metri in una scarpata a valle del versante marittimo del Monte Cavallo sulle Alpi Apuane. Pare che la donna si trovasse in comitiva.


venerdì, 4 ottobre 2019, 17:45

Rifiuti, sale ancora di oltre due punti la raccolta differenziata e in Toscana si attesta al 56 per cento

Prosegue il trend positivo della raccolta differenziata in Toscana che per il 2018 segna un + 2,2 portando la nostra regione al 56%. E' quanto si evince dai dati relativi alla certificazione delle raccolte differenziate riferiti al 2018. appena pubblicati dalla Regione Toscana.


Ricerca nel sito


ennebicomputers


Associazione Musicale Lucchese


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio

suncar