Anno 3°

sabato, 7 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ungulati, la denuncia di Confagricoltura: “In Toscana oltre 400mila capi, secondi solo dopo Austria”

giovedì, 4 aprile 2019, 13:24

"Qui siamo all'emergenza ungulati e quindi chiediamo alle istituzioni e in primo luogo alla Regione di muoversi per risolverla o dovremmo dire addio a molte imprese e a molti posti di lavoro" l'allarme lanciato da Francesco Miari Fulcis, presidente di Confagricoltura Toscana, a margine dell'incontro "Coltiviamo l'Appennino centrale: risorse e criticità" organizzato oggi a Perugia da Confagricoltura Umbria, non lascia spazio a molte interpretazioni.

«Nel 2017, sono stati conteggiati danni per 3.500.000 euro alle colture - denuncia il presidente di Confagricoltura Toscana - Con oltre 400.000 capi, la Toscana è seconda solo all'Austria per il record di presenze e per una densità quattro volte superiore alla media europea, secondo la nostra Organizzazione. Occorre fare qualcosa e farlo in fretta. C'è da predisporre finché siamo in tempo un vero e proprio piano di interventi specifici che riporti le popolazioni di cinghiali, caprioli e cervi a numeri equilibrati che non danneggino, come invece avviene oggi, l'ecosistema e le nostre colture».

Parole risuonate nelle orecchie dei rappresentanti istituzionali presenti come l'assessore all'agricoltura della Regione Toscana Marco Remaschi.

«Abbiamo chiesto all'assessore regionale Remaschi di tenere distinta l'attività imprenditoriale degli agricoltori da quella dei cacciatori - precisa Fulcis -. Le nostre finalità non coincidono. Loro vogliono portare avanti un'attività prettamente ludica, noi vogliamo salvare posti di lavoro all'interno delle nostre aziende».

Ma Confagricoltura ha avanzato specifiche richieste al Governo e alla Regione Toscana anche sul futuro dell'agricoltura sull'Appennino.

«La Toscana, con un milione e 200 mila ettari di bosco, è la regione d'Italia con la più alta superficie boscata - ha spiegato Miari Fulcis. - È importante quindi che il Governo si attivi per semplificare le procedure legate alle attività boschive e per intervenire rapidamente nelle zone in cui ci sono emergenze».

«L'Appennino è una risorsa fondamentale per le nostre aziende agricole. Per questo dobbiamo rimettere al centro le attività boschive, sia in termini di redditività che di tutela ambientale» ha concluso il presidente di Confagricoltura Toscana.


karte


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


coppi


maxibazar


ristorante ol bugno


Altre notizie brevi


venerdì, 6 dicembre 2019, 13:37

Olio, produzione a picco: chiesto lo stato di emergenza

Produzione a picco, aziende agricole e frantoi in ginocchio: i dati raccolti da Confagricoltura al termine della raccolta delle olive si sono rivelati ben peggiori delle già nefaste previsioni. "Basta un numero per descrivere la situazione drammatica - dice Orlando Pazzagli, presidente della sezione olivicoltura di Confagricoltura Toscana -.


venerdì, 6 dicembre 2019, 12:49

Predazioni da lupo, Marchetti (FI): "Dal 2014 un'escalation"

«Sono balzate dalle 281 del 2014 alle 566 del 2018 le predazioni da lupo denunciate dagli allevatori toscani. Aumentano anche le aziende colpite, passete da 155 a 225. L'erogazione degli indennizzi procede invece con fatica, dal momento che neppure le richieste 2014 risultano ad oggi ancora del tutto liquidate e...


conflavoro


martedì, 3 dicembre 2019, 19:18

Maltempo, dichiarata l'emergenza nazionale: 5 milioni per la Toscana

Il consiglio dei ministri ha deciso, nella sua ultima seduta, di estendere gli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale ai territori di molte delle regioni colpite dal maltempo verificatosi nei mesi di ottobre e novembre.


martedì, 3 dicembre 2019, 16:39

Agricoltura, erogati da Artea 116 milioni di euro a 32mila imprese toscane

Erogati da Artea, l'agenzia della Regione Toscana per le erogazioni in agricoltura, gli anticipi sui contributi Pac e Psr. Si tratta di circa 116 mln di euro in totale così suddivisi: 95,9 mln per i pagamenti diretti della Politica agricola comune 2019 e 19,9 mln per il Programma di sviluppo rurale 2019.


martedì, 3 dicembre 2019, 14:52

Consorzio, via libera all’unanimità per il piano delle attività per il 2020

Un impegno per la sicurezza idraulica ed ambientale del territorio che, complessivamente, supera i 15milioni di euro.


lunedì, 2 dicembre 2019, 14:49

Operai forestali, Remaschi e Fratoni: “Necessario reintegrare la dotazione di personale”

Un incontro per fare il punto sulla valorizzazione e gestione del patrimonio agricolo forestale regionale, con un appello, lanciato dagli assessori regionali Marco Remaschi (agricoltura e foreste) e Federica Fratoni (ambiente), affinché la dotazione organica del personale impegnato possa essere reintegrata in tempi rapidi: gli operai forestali, dai primi anni...


sabato, 30 novembre 2019, 12:03

Pesca, Remaschi: "Il futuro del comparto è nella scelta della sostenibilità"

"La parola chiave del comparto pesca in Toscana è sostenibilità. Se riusciremo sempre di più a trovare un equilibrio fra gli aspetti economici e quelli ambientali salvaguarderemo un polmone produttivo che interessa almeno 1.500 occupati e preserveremo le risorse ittiche e l'eco sistema del nostro mare".


giovedì, 28 novembre 2019, 13:59

Maltempo, codice giallo per temporali

Le correnti umide e instabili sulla Toscana favoriscono rovesci sulla parte orientale e settentrionale della regione. Per questo la Sala operativa unificata delle Protezione civile regionale ha prolungato il codice giallo per piogge e locali temporali con occasionali colpi di vento e grandinate valido fino alle 24 di domani, venerdì...


giovedì, 28 novembre 2019, 09:57

Lega: "Condoglianze per la morte di Franco Bimbi"

La Sezione Lega Mediavalle Garfagnana si stringe intorno al dolore della famiglia Bimbi per la morte di Franco, ultimo dei soci fondatori della Italvetro. "Franco - si legge nella nota -, insieme ai fratelli Marino e Niccolo Citti, nel 1961, aveva dato vita a un'azienda per la tempera del vetro, che...


giovedì, 28 novembre 2019, 09:50

In duomo il funerale di monsignor Ghilarducci

Venerdì 29 novembre, alle ore 10, nel duomo di San Martino a Lucca, si terrà il funerale di monsignor Giuseppe Ghilarducci, già canonico della cattedrale e parroco di Vetriano, Colognora di Pescaglia, Celle e Gello.


Ricerca nel sito


ennebicomputers


Associazione Musicale Lucchese


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio