Anno 3°

martedì, 22 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

ciocco

Batterio New Delhi, Saccardi in consiglio: "Toscana tempestiva nel mettere in atto tutte le misure necessarie"

mercoledì, 25 settembre 2019, 14:52

"La Regione Toscana ha individuato immediatamente il batterio New Delhi nei pazienti degli ospedali toscani e messo in atto con tempestività tutte le misure necessarie per fronteggiarlo. Non abbiamo sottovalutato neanche per un minuto ciò che stava accadendo, e la struttura regionale si è mossa con i tempi e le procedure previste dall'Oms e dal Ministero. Nessun ritardo, dunque, e il Ministero si è mosso proprio a seguito delle segnalazioni della Regione Toscana". E' quanto ha detto stamani l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, in una comunicazione al Consiglio Regionale sul batterio New Delhi.

Nella comunicazione, l'assessore Saccardi ha ricordato che il fenomeno dell'antibiotico resistenza e' un problema globale. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) - ha ricordato - stima che nel 2015 nei Paesi dell'Unione Europea si siano verificati più di 670.000 casi di infezioni da germi antibiotico-resistenti. I dati di Eurosurveillance 2014-2017 dicono che in Italia, in tutte le regioni, siamo di fronte a una diffusione endemica di queste infezioni. E gli enterobatteri resistenti ai carbapenemi (CRE), come il New Delhi, sono tra i batteri multiresistenti più problematici perché presentano una resistenza estesa alla maggior parte degli antibiotici e hanno la capacità di diffondersi rapidamente a livello delle strutture assistenziali e di causare infezioni invasive gravate da elevati tassi di letalità (in media attorno al 40%).

Detto questo, però, "la psicosi che si è creata non ha ragion d'essere", ha chiarito l'assessore: "I comuni cittadini non corrono nessun rischio nel nostro territorio. La Klebsiella (batterio intestinale che può attivare meccanismi di antibioticoresistenza; uno di questi meccanismi è il New Delhi, ndr) è un batterio che vive comunemente nell'intestino dell'uomo ed è un cosiddetto patogeno opportunista, cioè un microrganismo che non infetta, a meno che non siano presenti condizioni particolari, come un abbassamento delle difese immunitarie. Non devono essere messe in atto strategie specifiche per la prevenzione dello sviluppo di batteri NDM se non le comuni regole igieniche della vita quotidiana e l'uso corretto degli antibiotici". "Se vogliamo quindi usare il termine "superbatterio" - ha precisato Saccardi - dobbiamo dire che in Italia, basandoci su dati probabilmente sottostimati, troviamo un "superbatterio" ogni tre emocolture di Klebsiella. Parliamo di migliaia di casi in Italia ogni anno".

Di fronte al New Delhi, la Regione si è mossa con tempestività, ha informato l'assessore: "Il sistema di monitoraggio delle resistenze antibiotiche in Regione Toscana (rete SMART: Sorveglianza microbiologica e dell'antibioticoresistenza Rete Toscana) è attivo da anni ed è considerato tra i più performanti, e la Toscana è identificata come una delle tre regioni (con Campania ed Emilia-Romagna) ad aver attivato da alcuni anni un proprio sistema di sorveglianza dell'antibiotico-resistenza che coinvolge tutti o una elevata percentuale dei laboratori ospedalieri e dunque capace di fornire dati di popolazione utili a promuovere il monitoraggio e azioni di contrasto a livello locale".

Grazie a questo sistema, la Toscana è stata subito in grado di rilevare i casi, identificando i portatori al momento del ricovero in ospedale. Il problema è stato riportato immediatamente al Tavolo regionale PNCAR (Piano Nazionale di Contrasto dell'Antimicrobico-Resistenza) a partire dal marzo 2019, a seguito della segnalazione da parte di alcune Microbiologie, e, conseguentemente, sono state allertate le direzioni sanitarie. E' stato avvertito il Ministero ed è stata costituita un'Unità di crisi regionale, tuttora attiva, della quale fanno parte professionisti esperti in materia di infezioni correlate all'assistenza, che ha prodotto indicazioni che sono state anticipate alle aziende intereressate e successivamente formalizzate nel decreto del luglio scorso. Indicazioni che riguardano lo screening, la gestione dei pazienti, i protocolli terapeutici, i criteri per la diagnostica microbilogica, la pulizia ambientale. E' stato i noltre creato un database regionale per i casi di NDM (New Delhi Metallo-beta-lactamase).

"La concentrazione di casi nell'Area vasta Nord Ovest - ha informato ancora Stefania Saccardi - corrisponde all'andamento tipico di questo tipo di infezioni, che si diffondono a partire da un'area geografica. Casi di NDM, in minor numero, sono presenti anche in altri ospedali della Toscana, così come in molti ospedali del resto d'Italia". Quanto ai decessi, ha ribadito che "non è possibile definirne con esattezza la correlazione con l'infezione, perché questa agisce come concausa, che interviene su condizioni cliniche generalmente già estremamente compromesse, quindi stabilire un nesso causale diretto nella maggior parte dei casi non è possibile, il database costituito a livello regionale rappresenta la base per la realizzazione dell'indagine epidemiologica già avviata avvalendosi di ARS".

Il monitoraggio aggiornato sul sito dell'Ars

Come ogni mercoledì dall'11 settembre scorso, stamani l'Ars, Agenzia regionale di sanità, ha pubblicato sul suo sito il monitoraggio aggiornato dei casi di New Delhi negli ospedali toscani. Tra novembre 2018 e il 22 settembre 2019, i batteri NDM sono stati isolati nel sangue di 102 pazienti. I casi sono risultati letali nel 37% dei pazienti con sepsi, percentuale paragonabile alla letalità per questa condizione causata da altri batteri resistenti agli antibiotici carbapenemici. Questi i dati del monitoraggio nelle due settimane precedenti. 11 settembre: 75 casi, 40% di decessi; 18 settembre: 90 casi, 40% di decessi.


pontecosi


vino


prenota_spazio


prenota_spazio


coppi


maxibazar


ristorante ol bugno


Altre notizie brevi


sabato, 19 ottobre 2019, 15:31

Plastica, Romagnoli (Confindustria) risponde a Ridolfi (Consorzio)

"Ho letto con attenzione e in gran parte apprezzato il commento del presidente del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord Ismaele Ridolfi al nostro comunicato stampa sul tema della tassazione della plastica. Le sue considerazioni mi danno l'occasione per puntualizzare meglio alcuni aspetti della questione, la cui importanza mi pare meriti un'informazione...


venerdì, 18 ottobre 2019, 13:29

Ridolfi risponde a Confindustria: “I nostri fiumi e i nostri mari sono pieni di plastica, nessuno si può tirare indietro”

“Di fronte alle segnalazioni che ci pervengono continuamente dai cittadini e dai nostri operai impiegati nella manutenzione lungo i corsi d’acqua, e stando al fianco dei volontari delle associazioni che collaborano con noi nella pulizia periodica degli alvei dai rifiuti, ho capito quanto sia importante ed urgente superare, una volta...


conflavoro


giovedì, 17 ottobre 2019, 16:16

Pac 2020, Remaschi chiede alla Ue di valorizzare le diversità locali e il ruolo delle Regioni

Continua l'impegno delle regioni agricole europee, e tra queste della Toscana, a difesa della dimensione regionale nella futura Politica agricola europea.


giovedì, 17 ottobre 2019, 13:09

Due donne si perdono mentre cercano funghi

Ennesimo intervento su cercatori di funghi. I tecnici della stazione di Lucca, del Sast, sono stati attivati ieri dai carabinieri per la ricerca di due donne che avevano perso l’orientamento in zona Nicciano, nel comune di Piazza al Serchio.


giovedì, 17 ottobre 2019, 09:29

Zucconi a Catania per gli Stati Generali del Turismo

Parlerà subito dopo la Leader del partito Giorgia Meloni e il titolo della discussione sarà Brand Italia, il turismo per un’Italia che cresce.


mercoledì, 16 ottobre 2019, 17:24

Tassa sulla plastica, le reazioni delle imprese di Confindustria Toscana Nord

Contrarietà, preoccupazione e sconcerto: queste le reazioni che si colgono nelle imprese della plastica socie di Confindustria Toscana Nord di fronte alla notizia della nuova tassa che andrebbe a colpire il settore.La legge di bilancio 2020 prevede infatti, nel testo approvato dal Governo ieri sera e ora all'esame dell'Unione Europea,...


mercoledì, 16 ottobre 2019, 11:40

Servizio Civile, c'è tempo fino a domani per fare domanda

C'è tempo fino a domani, 17 ottobre alle 10,per partecipare alla selezione dei giovani del servizio civile universale: Confcooperative Toscana propone ai ragazzi dai 18 ai 28 anni sei progetti e un totale di 93 posti.


martedì, 15 ottobre 2019, 22:16

Castagnata sul prato a Montecatino

Domenica 20 ottobre alle ore 15 l'Associazione Montecatino organizzerà una castagnata sul prato. Saranno offerti necci e vinbrule. In caso di pioggia l'evento sarà rimandato alla settimana successiva.


mercoledì, 9 ottobre 2019, 10:53

Pronto soccorso, all'accoglienza anche 130 giovani del servizio civile

Pronto soccorso, nei servizi di accoglienza e accompagnamento a pazienti e familiari saranno impiegati anche 130 giovani del servizio civile. E' della settimana scorsa la delibera che vara un Piano di azioni per migliorare l'esperienza di pazienti e parenti nei pronto soccorso toscani: tra queste azioni, appunto, anche la presenza di "accompagnatori",...


martedì, 8 ottobre 2019, 15:20

Nubifragi d'estate, la Regione stanzia un milione e mezzo di euro per Firenze, Lucca e Grosseto

Dopo i nubifragi che a fine luglio si erano abbattuti sulla Toscana il Consiglio dei ministri aveva riconosciuto, a settembre, lo stato di emergenza nazionale per le province di Arezzo e Siena ma non per la città metropolitana di Firenze né per Grosseto e Lucca.


Ricerca nel sito


ennebicomputers


Associazione Musicale Lucchese


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio

suncar