Anno 3°

martedì, 12 novembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Tassa sulla plastica, le reazioni delle imprese di Confindustria Toscana Nord

mercoledì, 16 ottobre 2019, 17:24

Contrarietà, preoccupazione e sconcerto: queste le reazioni che si colgono nelle imprese della plastica socie di Confindustria Toscana Nord di fronte alla notizia della nuova tassa che andrebbe a colpire il settore.

La legge di bilancio 2020 prevede infatti, nel testo approvato dal Governo ieri sera e ora all'esame dell'Unione Europea, una tassa di 20 centesimi al chilo nella produzione di imballaggi di plastica. Un aggravio fiscale che va ad aggiungersi ai 33 centesimi che verranno pagati da gennaio (attualmente siamo a 26,5 centesimi) per il Conai, in sostanza come contributo al consorzio per la raccolta e il riciclo dei materiali plastici. I 20 centesimi della nuova tassa non sono però un contributo aggiuntivo per Conai e non hanno alcuna valenza ambientale: si tratta di un prelievo fiscale puro e semplice, che comunque si configura in tutta evidenza come una penalizzazione per un settore percepito, del tutto a torto, come non-virtuoso.

"Evidentemente la Legge di bilancio si conforma alla 'moda' della demonizzazione della plastica, anziché essere uno strumento che in maniera ponderata e razionale tracci anche delle linee di politica economica per il paese - commenta Fabia Romagnoli, delegata della presidenza di Confindustria Toscana Nord per la sostenibilità e lei stessa imprenditrice del settore -. Una visione, quella della plastica come materiale non in linea con il rispetto dell'ambiente, destituita di ogni fondamento. La plastica è un ottimo materiale che consente di ridurre i costi ambientali, anche per gli imballaggi, di 4 volte rispetto alle alternative. E' riciclabile teoricamente all'infinito, con consumi energetici minimi e nessun consumo di acqua. Non bisogna far confusione: il problema non è la plastica ma la cattiva gestione dei rifiuti e la conseguente dispersione della plastica nell'ambiente. L'assurdo è che questa tassa va a colpire le imprese proprio nel momento in cui queste sono impegnate, con successo ma ancora con tanta strada da percorrere, nel rendere prodotti e processi sempre più ecosostenibili, attraverso il riciclo ma anche con l'utilizzo di materiali nuovi. Tassare le imprese adesso significa sottrarre risorse al lavoro che stanno facendo per migliorare le proprie prestazioni ambientali, che già adesso non hanno niente da invidiare a quelle di altri settori."

L'aggravio fiscale sulle imprese del settore plastica rischia infatti di minarne la competitività anche rispetto ai concorrenti europei: la nuova tassa è infatti una scelta unicamente del Governo nazionale e non fa seguito ad alcuna prescrizione dell'Unione Europea.

"Il settore plastica significa per il territorio di Lucca, Pistoia e Prato 190 aziende con quasi 2.200 addetti, che rappresentano quasi un terzo del totale toscano - aggiunge la presidente della sezione Chimica, plastica e farmaceutica di Confindustria Toscana Nord Fabiana Roberti -. Un settore che nella nostra area conta delle eccellenze di livello nazionale, con una spiccata propensione all'export che negli ultimi 6 anni è cresciuto in media del 5,6% ma che già nel primo semestre 2019 si è limitato ad un esiguo +0,3%. E' in gioco la sopravvivenza di un settore che dà lavoro a tante persone e che fornisce prodotti di tutto rispetto da ogni punto di vista, incluso quello ambientale. Perché queste penalizzazioni? Per inseguire una tendenza irrazionale che vede nella plastica, a quanto pare, la più grave delle minacce per l'ambiente? Oppure semplicemente per fare cassa, con il risultato che le imprese faranno sempre più fatica a trovare risorse per i propri investimenti, inclusi quelli per la sostenibilità? Per tacere del fatto che questi aggravi avranno effetti in parte anche sui prezzi al consumo. L'economia circolare è necessaria ma richiede investimenti e risorse, anche delle imprese oltre che delle istituzioni. Questa tassa non favorisce di certo questi processi: li ostacola."


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


coppi


maxibazar


ristorante ol bugno


Altre notizie brevi


lunedì, 11 novembre 2019, 16:22

Trasporti, scadono il 16 novembre i termini per candidarsi a presidente consiglio di disciplina delle aziende

Scadranno sabato prossimo, 16 novembre, i termini per presentare la propria candidatura per la nomina a presidente del consiglio di disciplina presso le aziende di trasporto (art. 10 l.r. 42/1998). L'avviso integrale è stato pubblicato sul BURT n.45, parte III, del 6 novembre 2019.


lunedì, 11 novembre 2019, 16:05

Saldi, in Toscana dal 4 gennaio 2020 quelli invernali

E' stato fissato al prossimo 4 gennaio 2020 l'inizio delle vendite di fine stagione invernale. Lo stabilisce una delibera presentata dall'assessore alle attività produttive, turismo e commercio Stefano Ciuoffo ed approvata dalla giunta regionale. I saldi invernali dureranno sessanta giorni.


conflavoro


lunedì, 11 novembre 2019, 15:44

Corsi di italiano per stranieri a Barga

Inizia il nuovo ciclo di laboratori di lingua italiana per stranieri residenti nel comune dopo il grande successo della fase sperimentale proposta nei mesi scorsi.  Il tutto organizzato dalle due importanti associazioni culturali Unitre Barga e Cento Lumi con il patrocinio del Comune e della Commissione Pari Opportunità.Quest'anno verranno proposte...


lunedì, 11 novembre 2019, 14:46

Maltempo, codice giallo per piogge e temporali fino alla mezzanotte di domani

Ancora tempo instabile e perturbato sulla Toscana. La Sala operativa unificata, confermando il codice giallo odierno per piogge sul basso Tirreno, ne emette un altro per domani, martedì 12 novembre, dalle 9 alla mezzanotte, per deboli precipitazioni sparse al mattino sulle zone appenniniche e meridionali, in estensione a gran parte...


lunedì, 11 novembre 2019, 10:31

I sistemi radio digitali DMR, D-STAR, C4FM: un corso giovedì ad Altopascio

Dopo il successo del corso sulla piattaforma Arduino, tenuto dal socio IU5FFL Enrico Bragagnolo, proseguono le lezioni divulgative aperte a tutti organizzate dall'Associazione Radioamatori Italiani sezione Altopascio - Montecarlo. Prossimo appuntamento giovedì 14 novembre dalle ore 21:00 alle ore 23:00, sempre nella sala dei Granai ad Altopascio, con i sistemi...


domenica, 10 novembre 2019, 18:21

A Cune la manifestazione "Al Castagno Istregoso"

La sezione borghigiana dell'istituto Storico Lucchese promuove la manifestazione "Al Castagno Istregoso", evento dedicato alla preziosa castagna, che si terrà a Cune domenica 17 novembre. L'Istituto Storico, che come finalità ha anche quelle della ricerca, studio e salvaguardia del patrimonio delle tradizioni popolari locali, sarà rappresentato egregiamente dal professor Gabriele...


venerdì, 8 novembre 2019, 17:13

Andrea Brunini scala le classifiche con il nuovo singolo

Il cantautore di Borgo a Mozzano Andrea Brunini sta continuando a salire nelle classifiche radio FM con il nuovo singolo “Amori al tempo dell’università”. Tra i primi 10, al 5° posto della classifica Radio AirPlay emergenti più passati dalle Radio.


mercoledì, 6 novembre 2019, 19:37

Il TAR Toscana rinvia la discussione in Camera di Consiglio al 4 dicembre

Stamani era fissata al TAR Toscana la Camera di Consiglio per la discussione della istanza cautelare (c.d. sospensiva) presentata da Mobit per ottenere che fosse sospeso il trasferimento dei beni e del personale ad Autolinee Toscane in attesa della discussione del merito del ricorso già in calendario al TAR per...


mercoledì, 6 novembre 2019, 17:14

Gara tpl, rinvio di 30 giorni per il passaggio di beni e personale tra le aziende

La Regione Toscana ha deciso, a tutela dell'interesse pubblico, di rinviare di 30 giorni tutte le attività previste dal cronoprogramma per il trasferimento di beni, mezzi di trasporto e personale da One scarl (gruppo di imprese che riunisce tutti gli attuali gestori del servizio di trasporto pubblico su gomma in...


mercoledì, 6 novembre 2019, 16:32

Beccaccia, il Tar dà ragione alla Toscana sulla chiusura della caccia al 31 gennaio 2020

Il Tribunale amministrativo della Toscana ha definito legittima la scelta della Regione di stabilire la chiusura della caccia alla beccaccia al 31 gennaio 2020. Con questa decisione il Tar ha respinto il ricorso presentato da alcune associazioni ambientaliste e animaliste contro il calendario venatorio regionale, riguardo, in particolare, al prelievo...


Ricerca nel sito


ennebicomputers


Associazione Musicale Lucchese


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio