Anno 3°

mercoledì, 19 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Emergenze sanitarie intraospedaliere, partito il numero unico

mercoledì, 22 gennaio 2020, 14:16

Da lunedì 20 gennaio è in funzione in tutti gli ospedali della Toscana il numero unico per le emergenze intraospedaliere. Un numero conosciuto solo dagli operatori (non c'è motivo che venga comunicato all'esterno, e non è il caso di farlo, per evitare di creare confusione), che mette in moto un'assistenza tempestiva in tutti quei casi di eventi traumatici che possono accadere all'interno di un ospedale: a un paziente, ma anche a un visitatore o a un operatore. Una caduta dal letto o dalle scale, un infarto, un ictus; o un peggioramento clinico in una persona già ricoverata in ospedale.

Il numero unico, e tutta l'organizzazione per far fronte alle emergenze intraospedaliere sono stati presentati stamani, nel corso di una conferenza stampa, dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, assieme a Maria Teresa Mechi, responsabile settore qualità dei servizi e reti cliniche dell'assessorato, e Matteo Nocci, coordinatore e responsabile scientifico del gruppo di lavoro che ha prodotto le linee di indirizzo varate nell'aprile 2019; presenti anche alcuni specialisti del sistema sanitario dello stesso gruppo di lavoro.

"Quando un evento traumatico avviene fuori dall'ospedale - spiega l'assessore Saccardi - viene chiamato il 118. In ospedale no, perché culturalmente siamo orientati a pensare i nostri ospedali come luoghi estremamente sicuri. In realtà non è così, incidenti ed eventi avversi si possono verificare anche dentro l'ospedale. Ed è necessario intervenire con tempestività e nella maniera giusta. Il numero unico intraospedaliero aumenta la sicurezza per tutti coloro che a vario titolo (pazienti, visitatori, operatori) si trovano all'interno delle aree ospedaliere. Si tratta di circa 40.000 pazienti che ogni giorno sono nei nostri ospedali, a cui si aggiungono gli operatori della sanità e i tanti visitatori".

"Evidenze scientifiche - sottolinea Maria Teresa Mechi - ci dicono che la risposta alle emergenze mediche intraospedaliere rischia di essere meno adeguata di quanto avviene fuori dall'ospedale. Da qui l'esigenza di potenziare ancora di più il nostro sistema, già di per sé all'avanguardia. Obiettivo principale, quello di intercettare quanto più precocemente possibile i segni di un eventuale peggioramento clinico, uniformare le procedure di attivazione di emergenza e garantire una risposta sanitaria tempestiva e avanzata a questi eventi".

"Il modello - chiarisce Matteo Nocci - mira in particolare a superare la possibile variabilità e frammentazione correlata alla presa in carico delle urgenze/emergenze intraospedaliere, come infezioni, ictus, traumi o emergenze cardiologiche, uniformandone le modalità di attivazione e le procedure operative su tutto il territorio regionale. Si vuole garantire maggiore sicurezza, risolvere alcune criticità, favorire il lavoro dei professionisti e pareggiare alcune disparità tra i diversi ospedali".

Questa avviata dalla Toscana è la prima esperienza strutturata a livello regionale come risposta agli eventi traumatici che avvengono dentro gli ospedali. E' un modello avanzato e coerente con le più recenti evidenze scientifiche, che dimostrano come questi sistemi permettano una diminuzione della mortalità intraospedaliera e del ricorso a livelli di cura maggiore, assicurando un notevole progresso in termini di sicurezza e performance ospedaliera.

Il nuovo modello è partito in tutti i 43 ospedali della regione, dove sono stati identificati i team dell'emergenza intraospedaliera, composti da professionisti estremamente qualificati, in grado di garantire H24 la risposta a queste emergenze e indirizzare i pazienti nel percorso più adeguato di diagnosi e cura.

"La realizzazione del nuovo sistema - dicono gli esperti che hanno messo a punto le linee guida - ha visto un forte coinvolgimento di moltissimi professionisti delle aziende, tra cui medici, infermieri, tecnici ed esperti del rischio clinico, in stretta collaborazione con le relative direzioni aziendali, e il cui coordinamento è stato assicurato dai project manager aziendali".

Nei prossimi mesi sono previste azioni per il consolidamento e il monitoraggio di questo modello. Saranno migliorati i sistemi di monitoraggio, grazie a una sempre maggiore informatizzazione del sistema, e i piani di formazione riguarderanno tutti gli operatori potenzialmente coinvolti.


toscano


tuscania


prenota_spazio


prenota_spazio


coppi


maxibazar


ristorante ol bugno


Altre notizie brevi


martedì, 18 febbraio 2020, 12:39

Riprendono gli incontri di "Castelnuovo nel mondo"

Riprendono gli incontri di "Castelnuovo nel mondo", la fortunata iniziativa nata da un'intuizione di Severiano Paoli e portata avanti dal Comune di Castelnuovo Garfagnana. Dietro il grande tavolo della bellissima ed ammodernata Sala Suffredini si sono avvicendati nel corso dello scorso anno una decina di Castelnuovesi che, lontano dalla propria...


martedì, 18 febbraio 2020, 10:21

Convocato consiglio comunale a Borgo a Mozzano

Convocazione seduta pubblica straordinaria del consiglio comunale di Borgo a Mozzano, venerdì 21 febbraio, alle 18,30, a Palazzo Comunale.


conflavoro


lunedì, 17 febbraio 2020, 21:01

Simonetti (Lega): "Mi congratulo con chi contribuisce a salvaguardare il nostro pianeta"

Damiano Simonetti, responsabile relazioni esterne della Lega, si congratula con Riccardo Guarascio, proprietario del negozio di agraria "La Zecca" di Chifenti, nella frazione di Borgo a Mozzano, che grazie alla commercializzazione di detersivi alla spina, venduti in contenitori vegetali, ha contribuito a risparmiare l'uso della plastica."So - esordisce Simonetti - che...


venerdì, 14 febbraio 2020, 11:07

"Cambiamo!": Savino Lorusso sarà il nuovo coordinatore sulla disabilità

Savino Lorusso di Viareggio si occuperà delle problematiche legate alla disabilità per "Cambiamo!". Una tematica alla quale "Cambiamo!" tiene molto, soprattutto per rendere giustizia a situazioni troppo spesso trascurate. Da lì è nata l'idea di creare una sezione sulla disabilità gestito in toto da persone che vivono quotidianamente queste difficoltà."È importante -...


venerdì, 14 febbraio 2020, 10:48

Il Nuovo Sindacato Carabinieri querela per diffamazione Achille Lauro

Il Nuovo Sindacato Carabinieri per il tramite del Segretario Generale ha presentato denuncia-querela contro il cantante Achille Lauro per i reati  di diffamazione e vilipendio alle Forze Armate in relazione al video che circola su youtube, in cui definiva i Carabinieri "frustrati e falliti".


giovedì, 13 febbraio 2020, 11:26

Agricoltura: dal 2010 al 2019 calo del -9,2% delle imprese attive in Toscana

Il settore agricolo toscano vive da anni un periodo di crisi. Nel 2019 nella regione sono 37.356 [1] le imprese attive di “agricoltori, allevatori, attività di caccia e servizi connessi”, in calo del -1,3% rispetto al 2018 e del -9,2% sul 2010. Un dato, quest’ultimo, comunque meno critico rispetto alla media nazionale (-14,5%). Una fotografia, quella evidenziata dallo Studio Legale Lacalandra di Milano, specializzato...


mercoledì, 12 febbraio 2020, 11:33

Ungulati, Baragli (Fedagripesca): “Il Reddito di cittadinanza serve ai nostri agricoltori”

"Salvaguardare l'ambiente significa innanzitutto salvaguardarne l'equilibrio. In questo momento invece siamo in una situazione che mette costantemente a rischio l'ecosistema naturale per l'eccessiva presenza di ungulati che, oramai totalmente fuori controllo, stanno distruggendo non solo le nostre produzioni ma anche la possibilità di gestire in maniera sostenibile l'agricoltura e quindi...


lunedì, 10 febbraio 2020, 17:18

Nasce a Milano la Lega Toscana Salvini Premier

Quest'oggi è nata ufficialmente a Milano la Lega Toscana Salvini Premier ed i soci fondatori sono stati, l'Onorevole Susanna Ceccardi, la Senatrice Tiziana Nisini, i Consiglieri regionali Elisa Montemagni e Jacopo Alberti ed Elena Vizzotto, legale rappresentante e responsabile amministrativo del nuovo partito. Assieme alla Lega Toscana sono state istituite anche...


lunedì, 10 febbraio 2020, 16:02

Montagne toscane senza neve né contributi, Marchetti (FI): "Azzerando gli aiuti, la Regione strozza il sistema d'area"

«Se la neve sotto i 1800 metri di altitudine non regge più, effettivamente spararla diventa inutile. Si generano perdite e si stressa l'ambiente, con un danno cui si aggiunge la beffa di non riuscire comunque ad attrarre sciatori.


domenica, 9 febbraio 2020, 14:58

Maltempo, codice giallo per vento e mareggiate

Codice giallo per vento e mareggiate per la giornata di domani. E’ stato emesso dalla Sala operativa della Protezione civile regionale. Il codice giallo per vento ha validità dalle ore 6 fino alla mezzanotte di domani e riguarda il tratto di costa compreso tra la foce dell’Arno e Piombino (incluso...


Ricerca nel sito


ennebicomputers


Associazione Musicale Lucchese


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio