gianimisticafascista

Anno X

sabato, 8 maggio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ristori per i comprensori sciistici chiusi per Covid, la proposta delle Regioni

venerdì, 9 aprile 2021, 12:23

Regioni e province autonome hanno inviato la loro proposta al Governo per la modifica del decreto legge “Sostegni” riguardo ai ristori per i comprensori sciistici.  Il documento è stato approvato mercoledì pomeriggio, due giorni fa. Il decreto originario del governo favoriva essenzialmente le realtà alpine con il criterio di ripartizione esclusivo sulle presenze turistiche. Non ricomprendeva neppure tutti i comuni montani appartenenti a comprensori sciistici o con sede di impianto e non consentiva un effettivo ed equilibrato riparto delle risorse ai gestori degli impianti a fune e delle imprese.  

La proposta unanime delle Regioni prevede invece ristori agli impianti di risalita (430 milioni) che saranno calcolati tenendo conto dei principi alla base dell’esperienza francese e di altri paesi, la quale peraltro ha già ottenuto l’autorizzazione da Bruxelles, dove l’indennizzo è correlato ai mancati guadagni dell’attuale stagione rispetto alle due migliori del triennio.  L’indicazione è che questi ristori siano liquidati dal Governo, assieme a 40 milioni di contributi a favore dei maestri di sci. Per i 230 milioni destinati alle attività commerciali e turistiche,  la metà riservati alle Province autonome, le Regioni propongono invece che siano loro stesse ad occuparsi delle distribuzione, anziché i Comuni (spesso troppo piccoli e con strutture non adeguate). Inoltre chiedono per questo ultimo punto un ulteriore stanziamento di cento milioni. 

“C’è stato un dibattito molto intenso all’interno della commissione turismo tra gli assessori delle Regioni italiane – commenta l’assessore Leonardo Marras – e sono soddisfatto per l’esito, affatto scontato”. “Gli operatori del settore – ricostruisce -  avevano denunciato un effetto distorsivo della norma così come era stata scritta nel decreto e la maturità delle Regioni maggiormente favorite ha permesso di trovare una intesa positiva”. 

“Le imprese della montagna hanno visto totalmente azzerati i ricavi, in una stagione che avrebbe permesso invece durata e opportunità che difficilmente si ricordano negli scorsi anni per la presenza abbondante di neve – prosegue Marras -  Anzi, in qualche caso hanno dovuto subire pure la violenza della tempesta e  riparare poi anche quei danni”. “La proposta di modifica che abbiamo presentato – conclude - costituisce un passo significativo per provare ad andare avanti: ora dobbiamo monitorare la ripartizione regionale e impegnarsi affinché queste risorse siano a disposizione delle imprese il prima possibile”.

Il documento è stato inviato all’attenzione del ministro al turismo, affinché se ne tenga conto in sede di conversione del decreto legge n. 41 del 22 marzo scorso.


azzurrina

ennebi

auditerigi

prenota_spazio

tuscania

coppi

ristorante ol bugno

prenota_spazio

prenota_spazio


Altre notizie brevi


lunedì, 3 maggio 2021, 12:37

Unione Comuni, raccolta proposte per piano operativo intercomunale

L’Unione Comuni Garfagnana, così come già provveduto tramite i mezzi istituzionali, porta a conoscenza che, a seguito dell’approvazione del Piano Strutturale Intercomunale (PSI) da parte dei 14 Comuni che la costituiscono -  Camporgiano, Careggine, Castelnuovo di Garfagnana,  Castiglione di Garfagnana, Fabbriche di Vergemoli, Fosciandora,  Gallicano, Minucciano, Molazzana, Piazza al Serchio, ...


venerdì, 30 aprile 2021, 15:35

Il messaggio ai lavoratori di monsignor Giulietti apre per la Diocesi un percorso conoscitivo di categorie e filiere del territorio

Puntando alla condivisione di testimonianze e idee su un’economia locale in trasformazione ma che può generare lavoro, l’Ufficio per la Pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Lucca nel mese di maggio avvia un percorso conoscitivo tra lavoratori, categorie sociali, e filiere di ogni area: Versilia, Piana di Lucca,...


conflavoro


venerdì, 30 aprile 2021, 14:08

Via libera al bando per i contributi alle famiglie per l'acquisto di libri e materiale didattico

La scadenza per richiedere l'incentivo per acquisto libri e materiale didattico è il 4 giugno 2021.


venerdì, 30 aprile 2021, 13:51

Crisi, Acli Toscana: "Povertà problema urgente e prioritario"

"La povertà è diventata un problema urgente che dobbiamo iniziare a porre tra le priorità assolute nella discussione pubblica e nei programmi di ripartenza. La pandemia sta lasciando un'eredità pesante, con detriti sociali, economici e sofferenza diffusa. Anche in Toscana la ferita da rimarginare è ampia".


giovedì, 29 aprile 2021, 13:44

Un nuovo impegno del Consorzio: il bilancio ambientale

L’impegno del Consorzio 1 Toscana Nord nel campo dell’ambiente e nel contrasto ai cambiamenti climatici si arricchisce di un nuovo strumento: il bilancio ambientale.


giovedì, 29 aprile 2021, 11:45

Ausili protesici: possibili disagi nell'elaborazione delle richieste

Possibili temporanei disagi per chi richiederà nei prossimi giorni la consegna, il ritiro o la riparazione degli ausili protesici distribuiti in tutto il territorio dell'Azienda USL Toscana nord ovest. E' infatti in corso il passaggio ad un nuovo software gestionale di autorizzazione e magazzino che comporterà possibili ritardi nella elaborazione...


venerdì, 23 aprile 2021, 12:13

Enti locali: online il sito web dedicato al progetto UPI "Province e Comuni"

Si concretizza anche sul fronte comunicativo il progetto nazionale dell'UPI "Province e Comuni" di cui anche la Provincia di Lucca è partner istituzionale.


giovedì, 22 aprile 2021, 16:03

Riaperture, Fantozzi-Torselli (FdI): "Coprifuoco assurdo, è una zona gialla con troppe limitazioni"

"Il settore della ristorazione è sicuramente uno dei più tartassati tra chiusure e scarsi aiuti statali. Il decreto del Governo Draghi, che ripristina la zona gialla, è molto più restrittivo rispetto a quello del precedente esecutivo.


mercoledì, 21 aprile 2021, 13:01

Aree Interne, Fantozzi (FdI): "Dobbiamo ripartire dai borghi, vanno ripopolati con incentivi fiscali e la valorizzazione delle botteghe storiche"

"Le Aree Interne, specie dopo casi di maltempo, scontano una mancanza di servizi di base inaccettabile nel ventunesimo secolo. Sono già allo studio iniziative per facilitare la permanenza o perché no il ritorno in borghi o piccole realtà abbandonate che, invece, vanno ripopolate con misure di incentivazione fiscale, con sistemi...


lunedì, 19 aprile 2021, 11:12

Riaperture, Fantozzi-Martinelli (FdI): "La ristorazione solo all'aperto non basta. I sindaci taglino tasse e vincoli"

"Il provvedimento sulle riaperture di Draghi è, addirittura, peggiorativo rispetto a quello del precedente esecutivo Conte, visto che i ristoranti che hanno tavoli esclusivamente al chiuso potranno riaprire solo dal 1 giugno e a pranzo, quindi una vera e propria beffa.


Ricerca nel sito


Associazione Musicale Lucchese


corsi


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio