Anno 3°

lunedì, 21 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Valle di lacrime, la politica sotto scacco"

sabato, 24 novembre 2018, 13:52

di francesco saisi

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa riflessione di un nostro affezionato lettore, Francesco Saisi, sull'attuale discussione politica venutasi a creare sul progetto di rilancio di Kme che prevede la realizzazione di un pirogassificatore in valle.

"Chi l'avrebbe mai detto, fino a poco tempo fa, che alle nostre latitudini un'azienda presentando un piano di rilancio, che prevede un progetto di auto produzione di energia elettrica tramite processo di gassificazione, avrebbe creato una simile reazione?

Non mi riferisco alla "battaglia" tra ambientalisti e chi non è contrario a priori al progetto ed alla sua realizzazione, ma a come un simile piano industriale, pur criticabile che sia, riesca a tenere in scacco il mondo politico della Valle del Serchio gettatosi a capofitto nella vicenda in previsione delle elezioni della prossima primavera, tant'è che viene da chiedersi se a motori fermi sarebbe stato così, visto che qualcuno ha aspettato ad esprimersi una volta insediato il Governo dopo le elezioni dello scorso marzo. Un mondo politico diviso tra contrari a prescindere, alcuni di loro da sempre che sperano in un piano B e chi invece prova ad aspettare per saperne di più. Un progetto attualmente in fase di approvazione che sta creando i maggiori attriti e malumori all'interno dello stesso partito che domina la scena politica da decenni nella vallata e adesso tenta di tutto per tenersi buoni e non perdere una grande fetta di elettori, un partito dove si è addirittura creata, o forse meglio dire allargata, una frattura al suo interno, amicizie crollate sicuramente più per interessi personali che altro e con esponenti di spicco che sembrano non essere più in sintonia tra loro e non avere più le idee molto chiare su quale parte della faglia stare, stando a quello che si legge sulla stampa e profili social, lo stesso partito che già sta barcollando anche a livello nazionale.

Pensare che, non molto tempo fa, la realizzazione di un impianto a pochi chilometri di distanza non fece tutto questo clamore tra la popolazione, finché le sue male odoranze lo portarono poi agli onori della cronaca; forse perché all'epoca fu fortemente voluto da una maggioranza che anche nel territorio comunale dove poi l'impianto fu creato primeggiava, più o meno sempre la stessa parte politica che oggi barcolla ma... prova a non mollare, oppure l'avvento dei social ha portato ad uno stato di ribellione anche un luogo apparentemente tranquillo?

Fino a poco fa i dominatori da queste parti potevano fare un po' tutto ciò che volevano, magari promettendo in campagna elettorale qualche posto di lavoro, anche se alcuni oggi sono delusi e in cerca di redenzione come se tante promesse non fossero state mantenute o mantenute solo in parte. Adesso invece un singolo elettore, anche non troppo amico, può fare la differenza: ecco perché questi scienziati delle politiche, con tanto di laurea in materia, cercano di studiare la mossa giusta che al momento sembra tenere i piedi su due staffe e studiare l'avversario.

Il motto "divide et impera" insegna da sempre e se fino ad ora poteva rivelarsi utile, se usato a discapito dei i comuni mortali, speriamo da adesso possa ritorcersi contro a quella politica che ha trasformato negli anni la "valle del bello e del buono", slogan tanto di moda in questo periodo ma coniato parecchi anni fa, nella valle di lacrime che bene conosciamo, così da poter sperare in uno scacco matto alla prossima tornata elettorale".

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


lunedì, 21 gennaio 2019, 15:35

"Emergenza sanitaria, quanto è sicura la Mediavalle del Serchio?"

Un nostro lettore ha voluto sollevare pubblicamente la problematica legata alla sicurezza della Mediavalle del Serchio, in situazioni di emergenza sanitaria, soprattutto per quanto riguarda l'atterraggio notturno degli elicotteri. Risponde l'Asl


giovedì, 10 gennaio 2019, 17:08

Mercato auto: quali prospettive per il 2019?

L'anno appena iniziato si prospetta come un anno di profondo cambiamento per il mercato dell'auto. Come succede ormai da diverso tempo, infatti, questo comparto gode di ottima salute e si trova in un periodo a dir poco rivoluzionario 


Prenota questo spazio


lunedì, 24 dicembre 2018, 13:09

Citroen C4 Cactus Suv

Si tratta di un'automobile notevolmente efficiente prodotta dall'azienda automobilistica francese Citroen. Questa azienda è attiva nel settore automobilistico sin dalla sua fondazione avvenuta nel 1919. Da allora, questa società è dedita alla produzione di modelli dalle caratteristiche ineccepibili


domenica, 23 dicembre 2018, 11:33

Ho lasciato la mia terrà perché...

Vi invitiamo a guardare il trailer del docufilm “Italia addio, non tornerò”, prodotto dalla Fondazione Paolo Cresci per la storia dell’emigrazione italiana e realizzato dalla nostra collaboratrice Barbara Pavarotti.  Lo trovate in alto a destra. Perché vi chiediamo di vedere questo trailer? Perché ci piacerebbe ricevere, via mail, le vostre testimonianze


giovedì, 8 novembre 2018, 21:26

Giovanni Santinoni: un garfagnino pilota degli Stukas

Fra gli aerei più famosi della seconda guerra mondiale, un posto sicuramente preminente è occupato dallo Junker 87, meglio conosciuto come Stuka. Orbene, pochi sanno che, fra coloro che durante la seconda guerra mondiale, pilotarono un tale aereo in operazioni belliche vi fu in garfagnino, il capitano Giovanni Santinoni


martedì, 30 ottobre 2018, 15:48

Separazione consensuale: l’avvocato spiega come fare

Non tutti ne sono a conoscenza, ma i tempi per la separazione consensuale ad oggi sono molto più brevi. Separarsi al di fuori del Tribunale non è più un tabù, e, in assenza di figli minori o non economicamente autosufficienti, è possibile farlo anche senza la necessaria assistenza dell’avvocato