Anno 3°

martedì, 18 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche

Citroen C4 Cactus Suv

lunedì, 24 dicembre 2018, 13:09

Si tratta di un'automobile notevolmente efficiente prodotta dall'azienda automobilistica francese Citroen. Questa azienda è attiva nel settore automobilistico sin dalla sua fondazione avvenuta nel 1919. Da allora, questa società è dedita alla produzione di modelli dalle caratteristiche ineccepibili. L'azienda ha prodotto diversi modelli validi e la Citroen C4 Cactus è uno dei più confortevoli sia per i passeggeri che per il conducente. L'auto presenta le stesse caratteristiche di praticità di altre auto del
suo segmento, ma possiede delle nuove caratteristiche che la distinguono dai modelli di dimensioni uguali.

Airbump o pannelli in gomma

Questi pannelli in gomma sono montati sulle portiere della Citroen C4 cactus. Sono sostituibili e la loro funzione è quella di impedire il danneggiamento della carrozzeria. Sono inoltre disponibili in quattro colori a scelta.
 
Luci di marcia diurna

Si tratta di fari montati sopra i fanali anteriori principali dell'auto. Queste luci hanno l'aspetto di un paio di sopracciglia e fanno parte dell'estetica del veicolo. Possono essere utilizzati anche durante la notte e funzionano da luce ausiliaria per i fari principali. L'auto può trasportare quattro passeggeri e di conseguenza rappresenta una buona scelta per una famiglia di quattro persone.

Finestrini posteriori con apertura a cerniera

Citroen si impegna per rendere i suoi veicoli leggeri. Un modo per raggiungere questo scopo è quello di utilizzare dei finestrini posteriori incernierati invece che elettrici. I finestrini posteriori elettrici tendono ad aggiungere peso all'auto. Ecco perchè questa vettura pesa ben 200kg in meno rispetto alla Citroen C4 hatchback. Inoltre, l'auto offre dei consumi contenuti come altri modelli dello stesso segmento.

L'articolo è stato fornito da Pezzidiricambio24.IT

Video Citroen C4 Cactus Suv


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


martedì, 4 giugno 2019, 13:36

"Orrido di Botri, quale futuro?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Gino Cerboncini in merito all'accesso all'Orrido di Botri modificato dopo l'intervento del senatore Massimo Mallegni


giovedì, 30 maggio 2019, 16:35

"Un ringraziamento al reparto medicina di Castelnuovo"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di ringraziamento ai medici e agli infermieri del reparto di medicina di Castelnuovo da parte dei figli e delle nuore di Luciano Tortelli che circa 15 giorni fa è stato ricoverato presso il nosocomio


Prenota questo spazio


mercoledì, 22 maggio 2019, 18:45

Casinò online e Carta dei Servizi: come inviare un reclamo all'AAMS in caso di violazioni

L'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM o ex AAMS) mette a tua disposizione la possibilità di presentare reclami relativi a problemi riscontrati giocando nei casinò online, compilando un semplice modulo


mercoledì, 22 maggio 2019, 14:36

Don Stefano contro Salvini: "Con una mano si esibisce il vangelo e con l’altra viene respinta una nave carica di naufraghi"

Con una lettera aperta, pubblicata su Il Giornale di Barga, il proposto don Stefano Serafini ha voluto commentare il gesto del ministro dell'interno Matteo Salvini che giorni fa, in un comizio in piazza del Duomo a Milano, dal palco di “Prima l’Italia, il buonsenso in Europa”, ha invocato i patroni d’Europa e baciato il rosario


mercoledì, 22 maggio 2019, 13:26

Investire in criptovalute: possibile o no?

Le criptovalute sono senza dubbio uno degli argomenti sulla bocca di tutti. Si parla di Bitcoin e altre monete virtuali praticamente ogni giorno e le notizie che riguardano proprio questo settore hanno dell’incredibile


lunedì, 20 maggio 2019, 10:56

L'industria 4.0 e le start-up in Toscana

Ora, ci troviamo in una nuova epoca di grande cambiamento tecnologico, una quarta rivoluzione industriale denominata “Industria 4.0”. Di cosa si tratta esattamente? E come sta vivendo la Toscana questo grande passo verso il futuro?