Anno 3°

sabato, 20 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Si ripristini la corsa di Montefegatesi"

lunedì, 28 gennaio 2019, 13:32

di tatiana tognazzini

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera giunta alla nostra redazione da parte di Tatiana Tognazzini che chiede il ripristino della corsa soppressa per la frazione di Montefegatesi.

"Vogliamo un trasporto pubblico che funziona, per dare a tutti la libertà di muoversi. 


Oggi il trasporto pubblico non funziona. Ci sono pochi treni e autobus, spesso sporchi e inadeguati. Noi chiediamo all'amministrazione di Bagni di Lucca che permetta a tutti di muoversi più liberamente; dobbiamo impedire che si continui ad impoverire paesi come Montefegatesi e Bagni di Lucca a causa di una amministrazione cieca e sorda alla esigenze dei cittadini. Non accettiamo le ragioni della amministrazione e del suo assessore Monica Melani e, se ora si è messo alla luce quanto sta succedendo, lo si deve a noi studenti che stufi delle prese in giro, ci siamo messi a raccogliere da tempo le firme assieme alla CUB Trasporti.

Tengo a far sapere tutto ciò visto che si legge sulla stampa di come ora la minoranza, alla quale ci eravamo rivolti e che è stata cieca, si "svegli" solo dopo che si è resa conto della forza di noi studenti e delle oltre 150 firme raccolte.

Noi non vogliamo strumentalizzazioni politiche, né che qualcuno ora si erga a paladino dei diritti di noi studenti e cittadini pendolari che usiamo il bus come mezzo di trasporto. Chiedo al signor Claudio Gemignani e alla signora Laura Lucchesi: dove eravate nel momento in cui il comune di Bagni di Lucca ha acconsentito all'aumento dei costi dei biglietti e abbonamenti? Visto che essendo voi uno dei due componenti della minoranza potevate farlo! Perché la politica ogni volta si fa sentire solo dopo che sono i cittadini a protestare? Perché la politica è cosi distante dalle esigenze dei cittadini e in questo caso di noi studenti? La politica in questi anni ha perso totalmente la bussola, riempiendosi la bocca di slogan durante la campagna elettorale, ma poi? Poi succede che i cittadini si stufano delle promesse e delle prese in giro, e sono i cittadini che si mettono in gioco perché il comune le amministrazioni non siano considerate il luogo che una volta raggiunto ci si siede sulla poltrona e si perdono i contatti con le realtà locali.

Sappiamo che la strada è molto stretta, perché la contrazione delle risorse finanziarie e i tagli che stanno investendo gli enti locali sono un ostacolo difficile da superare. Ma si può fare molto. Il primo punto è una rivoluzione nel sistema di governo del trasporto pubblico, i cui attori principali sono diventati carrozzoni al servizio della politica. Ma bisogna avere il coraggio di andare oltre: la Regione deve rilanciare la sua capacità di pianificazione dei servizi e degli investimenti e immaginare un modello tutto nuovo di governo del trasporto pubblico.

Noi studenti chiediamo solo un servizio decoroso di trasporto pubblico, lo pretendiamo alla luce degli aumenti ingiustificati, e noi porteremo le firme in Regione e con la CUB Trasporti l'unica ad averci seriamente ascoltato con i quali faremo anche class action, non escludiamo un presidio sotto la regione Toscana a rivendicare i nostri sacrosanti diritti".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


mercoledì, 17 aprile 2019, 17:49

"Centro socio-sanitario, si lavori per trovare una struttura dignitosa"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera dell'associazione "genitori h per il sostegno" in merito all'incontro di stamani con i tecnici della ASL per quanto riguarda il centro socio-sanitario di Castelnuovo


giovedì, 4 aprile 2019, 11:48

“Mezzi per la raccolta rifiuti non idonei, perdono immondizia lungo la strada”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione di un cittadino dell’alta Garfagnana, Domenico, su una problematica legata alla raccolta dei rifiuti. Alcuni mezzi utilizzati dall’azienda che si occupa dei rifiuti in Garfagnana (la Sea) non sarebbero infatti idonei al servizio che prestano e perderebbero rifiuti durante il loro percorso


Prenota questo spazio


venerdì, 22 marzo 2019, 13:07

"Centro socio-sanitario, impossibile offrire il servizio di psicoterapia cognitiva"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera firmata dalle psicoterapeute specializzande del Centro di Psicoterapia Cognitiva Sokrates in merito alla nuova sede del centro socio-sanitario inaugurata a Castelnuovo di Garfagnana


venerdì, 22 marzo 2019, 08:47

"Centro socio-sanitario, evidente il disinteresse verso la disabilità"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Mariastella Radicchi che, in veste di rappresentante del gruppo "Genitori H Sostegno", risponde all'azienda e a tutta l'amministrazione comunale sulla nuova sede del centro socio-sanitario di Castelnuovo


lunedì, 18 marzo 2019, 21:40

“Nuovo centro socio-sanitario, un bel passo avanti ma dobbiamo lavorare ancora”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Francolino Bondi, presidente del consiglio comunale di Castelnuovo di Garfagnana, a seguito dell'inaugurazione del nuovo centro socio-sanitario


lunedì, 18 marzo 2019, 14:57

"Il nostro sdegno per il nuovo centro socio-sanitario"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera scritta dai membri del gruppo "Genitori H per il sostegno" della provincia di Lucca in merito all'inaugurazione, avvenuta questa mattina, del nuovo centro socio-sanitario a Castelnuovo di Garfagnana