Anno 3°

martedì, 23 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Centro socio-sanitario, evidente il disinteresse verso la disabilità"

venerdì, 22 marzo 2019, 08:47

di mariastella radicchi

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Mariastella Radicchi che, in veste di rappresentante del gruppo "Genitori H Sostegno", risponde all'azienda e a tutta l'amministrazione comunale sulla nuova sede del centro socio-sanitario di Castelnuovo.

"Mi sento in dovere di sottolineare che ancora una volta non avete voluto comprendere cosa significa convivere con la disabilità, sia che ci riguardi in prima persona sia che la si affronti assistendo i propri figli da caregiver familiare. La mancanza di attenzione che avete prestato nella scelta della posizione in cui è stato ubicato il centro socio sanitario, lontana dal centro abitato in un ambiente prettamente industriale, è sintomo del disinteresse sull'argomento.

Le persone che frequentano il centro socio sanitario sono già provate da ciò che la vita gli ha riservato, emarginarle in un luogo che non consente loro neppure un attimo di svago mentre il loro caro si sta riabilitando è davvero una cattiveria gratuita. La stessa disattenzione è stata prestata nella scelta dell'edificio che ha dovuto "adattarsi" alla nuova funzione, ma che, nonostante i lavori, può ritenersi inadeguata al compito che dovrebbe svolgere.

Un luogo atto alla riabilitazione (soprattutto motoria) dovrebbe essere posta al piano terra! Gli adeguamenti (ascensore, rampe, ecc.) avrebbero potuto essere evitati e, in caso di sisma (perché Castelnuovo è in luogo a rischio sismico), i ragazzi avrebbero potuto raggiungere un luogo sicuro in autonomia e facilità senza dover aspettare l'arrivo dei vigili del fuoco! Un'altra manchevolezza riscontrata è l'uso degli spazi destinati agli ambulatori, angusti e ristrettì che mal si adattano alle terapie che al loro interno dovrebbero svolgersi. Ma ciò che maggiormente ci ha fatto male è stato il non essere stati interpellati in fase di realizzazione come persone direttamente interessate!

La progettazione di edifici pubblici per realizzare opere al servizio della cittadinanza ad alto valore sociale dovrebbe attuarsi preliminarmente attraverso indagini e collaborazioni con le associazioni, i genitori, le persone con disabilità che frequenteranno quei luoghi. La "partecipazione" è fondamentale affinché i soldi possano essere ben spesi; in questo caso, invece, ci è stato "calato dall'alto" un servizio atteso da troppo tempo ed ora per tutti noi inadeguato! 

Rispettare le leggi o utilizzare le nozioni da manuale per progettare un edificio eliminando le barriere architettoniche non rende gli spazi adeguati alle necessità a cui dovrebbero adempiere! Inoltre la mancanza di una stanza per la terapia famigliare, è a mio avviso fondamentale. Dovreste dare importanza a questa terapia che serve da prevenzione per la salute mentale, per fare in modo da non ritrovarsi domani a carico del servizio sanitario anche i genitori e i fratelli delle persone con disabilità.

Ci potete considerare pazzi, ognuno è libero di pensare ciò che vuole, ma per me questa è mancanza di sensibità e scarsa conoscenza del problema. Ascoltare chi vive in prima persona il problema è sintomo di intelligenza, umanità e lungimiranza. Voi non lo avete fatto!"


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


lunedì, 22 aprile 2019, 08:49

"Sindaci della Garfagnana a favore del progetto ANAS. Strano... chi se lo sarebbe mai aspettato!"

Il Comitato Assi Viari Lucca critica ironicamente la scelta dei sindaci della Garfagnana di dichiararsi favorevoli al progetto Anas per la realizzazione degli assi viari


mercoledì, 17 aprile 2019, 17:49

"Centro socio-sanitario, si lavori per trovare una struttura dignitosa"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera dell'associazione "genitori h per il sostegno" in merito all'incontro di stamani con i tecnici della ASL per quanto riguarda il centro socio-sanitario di Castelnuovo


Prenota questo spazio


giovedì, 4 aprile 2019, 11:48

“Mezzi per la raccolta rifiuti non idonei, perdono immondizia lungo la strada”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione di un cittadino dell’alta Garfagnana, Domenico, su una problematica legata alla raccolta dei rifiuti. Alcuni mezzi utilizzati dall’azienda che si occupa dei rifiuti in Garfagnana (la Sea) non sarebbero infatti idonei al servizio che prestano e perderebbero rifiuti durante il loro percorso


venerdì, 22 marzo 2019, 13:07

"Centro socio-sanitario, impossibile offrire il servizio di psicoterapia cognitiva"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera firmata dalle psicoterapeute specializzande del Centro di Psicoterapia Cognitiva Sokrates in merito alla nuova sede del centro socio-sanitario inaugurata a Castelnuovo di Garfagnana


lunedì, 18 marzo 2019, 21:40

“Nuovo centro socio-sanitario, un bel passo avanti ma dobbiamo lavorare ancora”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Francolino Bondi, presidente del consiglio comunale di Castelnuovo di Garfagnana, a seguito dell'inaugurazione del nuovo centro socio-sanitario


lunedì, 18 marzo 2019, 14:57

"Il nostro sdegno per il nuovo centro socio-sanitario"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera scritta dai membri del gruppo "Genitori H per il sostegno" della provincia di Lucca in merito all'inaugurazione, avvenuta questa mattina, del nuovo centro socio-sanitario a Castelnuovo di Garfagnana