Anno 3°

mercoledì, 22 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche

La lotta per la Champions

giovedì, 22 agosto 2019, 17:58

Con l’avvicinarsi dell’avvio della nuova stagione di Serie A e coppe europee, le squadre stanno scaldando i motori nei loro ritiri di preparazione, e le dirigenze stanno mettendo a segno gli ultimi colpi di mercato. Ma per chi volesse fare pronostici sulla serie A e non solo, il compito non è poi così facile. Se, da una parte, la zona alta della classifica sembra essere abbastanza scontata, con la Juventus a fare da padrone e Inter e Napoli a seguire a stretto giro, dall’altra la parte centrale del gruppo rimane più indecifrabile. Il nugolo di squadre di metà classifica è infatti, per definizione, nutrito e annovera Roma e Lazio, Fiorentina, Atalanta, Milan e Sampdoria. Tutte queste squadre non nascondono ambizioni europee, qualcuno per cercare di tornare ai fasti di ormai lontani anni passati, altri per continuare trend positivi che li hanno visti sbarcare in Europa per la prima volta, altri ancora per cercare di riagguantare zone di prestigio.

Qui di seguito approfondiamo le prospettive delle tre big che fanno parte di questo gruppo in lotta per l’Europa:

  • MILAN: la questione è annosa e i tifosi patiscono delusioni da ormai troppo tempo. È pur vero che negli anni passati erano stati abituati fin troppo bene, ma è forse proprio per questa tradizione che la dirigenza vorrebbe riportare questa squadra ai fasti del passato. Non è un caso che le redini siano state affidate a due icone dei trionfi rossoneri: Maldini e Boban. Dal punto di vista tecnico la squadra ha visto un avvicendamento in panchina: la precedente stagione era infatti stato espressamente chiarito che Gattuso sarebbe stato confermato solo in caso di raggiungimento della qualificazione alla prossima Champions League, missione però fallita proprio all’ultima giornata (per di più a favore degli odiati cugini dell’Inter). Da ciò il saluto a Gattuso, con susseguente arrivo di Marco Giampaolo, ex Sampdoria. Gli innesti sul campo sono stati in realtà di basso profilo, il ché lascia poco sperare i tifosi, ma Giampaolo si mostra fiducioso. Senz’altro la linea è quella di puntare sui giovani, con l’arrivo di Bennacer dall’Empoli e di Theo Hernandez, precedentemente in forza al Real Sociedad. Allo stesso tempo l’obbiettivo è quello di trattenere i giocatori che più degli altri si sono distinti nelle precedenti stagioni, su tutti Suso, molto gradito anche dal tecnico.

  • ROMA: dopo aver vissuto vicende turbolente sul finale della scorsa stagione, con l’addio del capitano Daniele De Rossi e, ancor peggio, con il polemico addio della leggenda giallorossa Francesco Totti, che abbandona il ruolo di direttore sportivo, in polemica con la gestione societaria che a suo dire è tutto meno che interessata al bene della Roma, il team cerca un riscatto in questa nuova stagione, volendo dimostrare che la gloria passata può essere ancora inseguita, pur senza gli storici capitani. Parlando strettamente di mercato invece è da notare che non ci siano colpi sensazionali in vista, se non forse il rinnovo di contratto di Dzeko, per molto tempo accostato all’Inter o comunque dato per partente, ha invece recentemente prolungato il suo contratto con la squadra capitolina, continuando quindi a essere il faro dell’attacco. In panchina, dopo il congedo già previsto dell’eterno Claudio Ranieri, i tifosi hanno dato il benvenuto a Paulo Fonseca.

  • LAZIO: l’altra metà di Roma ha tutta l’intenzione di confermare quest’anno le belle prestazioni mostrate nelle precedenti stagioni, e tra queste tre appare forse la meglio attrezzata a lottare per le zone alte della classifica. Simone Inzaghi si è rivelato un ottimo allenatore sin dal suo primo anno di gestione tecnica nel 2016, dimostrandosi assolutamente degno di guidare nuovamente la squadra laziale (a inizio giugno ha rinnovato fino a fine stagione 2021). Per quanto riguarda il campo, la dirigenza sta cercando di non far partire i suoi pezzi pregiati, su tutti Milinkovic-Savic, sebbene l’interesse di tutte le grandi d’Europa, ma si segnala anche il rinnovo di Correa. Allo stesso tempo si tentano alcuni colpi, sui quali svettano l’interesse per Llorente e per Petagna.

 

Riusciranno queste tre big, un po’ in affanno negli anni passati, a ritornare a far gioire i propri tifosi? Non ci resta che seguire il campionato per scoprirlo.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


venerdì, 17 gennaio 2020, 22:17

Lite Bruzzone-Vagli, secondo round

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento della nostra collaboratrice Anna Vagli diretto alla dottoressa Roberta Bruzzone a seguito della polemica divampata nel corso della trasmissione Storie d'Italia di Eleonora Daniele e in risposta a quanto scritto sul proprio profilo facebook dalla stessa criminologa


mercoledì, 15 gennaio 2020, 19:28

"Pullman fuori strada, ricostruzioni inesatte"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera del sindaco di Camporgiano Francesco Pifferi in merito all'incidente occorso ieri mattina al pullman a Casciana


Prenota questo spazio


martedì, 14 gennaio 2020, 10:04

"2020, l’anno che verrà"

Cari amici (e non) delle Gazzette vi scrivo, dopo un breve periodo di “silenzio stampa” da parte mia. Ma la voglia di scrivere prevale su qualsiasi cosa e allora si riprende a scrivere, con maggiore entusiasmo di prima


sabato, 11 gennaio 2020, 15:15

Piero Angelini ricorda Lando Baldassari

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo ricordo dell'ex sindaco di Pescaglia Lando Baldassari inviatoci da Piero Angelini che ripercorre le tappe politiche all'interno della Dc


venerdì, 3 gennaio 2020, 18:01

“Maialini uccisi, gravi le accuse mosse nei miei confronti”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Mario Giuseppe Coltelli, presidente della sezione ENAL CACCIA PT di Vagli, in risposta a quella pubblicata oggi a firma di Sauro Piagentini, capo della squadra locale di caccia al cinghiale, sulla ben nota vicenda degli ibridi uccisi durante una battuta di caccia


venerdì, 3 gennaio 2020, 10:36

"Maialini uccisi, la mia squadra rispettosa delle norme e dei regolamenti vigenti"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Sauro Piagentini, capo della squadra di caccia al cinghiale di Vagli, che torna sulla vicenda relativa alla battuta di caccia in zona “Penna del Sasso” e risponde alla lettera di Mario Giuseppe Coltelli, presidente della sezione locale Enal Caccia Pt