Anno 3°

venerdì, 18 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Salvato da un ictus, un ringraziamento ai sanitari"

martedì, 6 agosto 2019, 20:54

di carina e maurizio orsetti

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una coppia di Pisa che ringrazia l'operatrice del 118, la Misericordia di Castelnuovo Garfagnana e il personale medico, infermieristico e non, dei reparti di Pronto Soccorso, Terapia Sub-Intensiva 1 e Neurologia dell'Ospedale San Luca di Lucca.

"Desideriamo con queste righe raccontare la gratitudine verso una squadra d'eccellenza che, per gran fortuna abbiamo incontrato sul nostro cammino proprio, grazie a Dio, al momento giusto.

Giovedì 18 luglio 2019 durante una gita a Campo Catino, mio marito è stato colpito da Ictus Ischemico. Ci siamo presto resi conto che raggiungere l'ospedale, sarebbe stato per noi impossibile, proprio a causa della velocità con cui il malore avanzava e siamo stati costretti a chiamare il 118. Grazie infinite alla ragazza che ha risposto (credo dal centro operativo della zona del "Magra"). È stata rapidissima, dai sintomi penso abbia subito intuito la gravità.

L'ambulanza con medico a bordo della Misericordia di Castelnuovo Garfagnana, che ringraziamo di vero cuore, ci ha ha raggiunto velocissima, e già in contatto con il reparto di Neurologia del nuovo Ospedale di Lucca, è partita a sirene spiegate. Quando anch'io in auto, ho raggiunto il pronto soccorso, gli accertamenti erano già cominciati e loro, pronti ad intervenire in maniera significativa! Tra l'altro, in una situazione così delicata, si sono trovati ad affrontare, non solo l'emergenza di un Ictus ma anche la condizione di una moglie spaventata e disperata al tempo stesso, quasi sull'orlo di uno svenimento. La loro umanità mi ha davvero colpito! Hanno trovato il tempo di tranquillizzare e consolare anche me con parole semplici ed incoraggianti.

La degenza di mio marito, che dopo pochissimo tempo dall'inizio del trattamento ha incominciato a riprendersi, è durata una settimana. Fino alla dimissione in ottima salute. È stato costantemente monitorato ed assistito da un equipe fantastica, che fino a quel momento, ignoravamo fosse un'eccellenza, proprio in questo campo!

Desideriamo perciò sentitamente ringraziare tutto il personale medico, infermieristico e non, dei reparti: Pronto Soccorso, Terapia Sub-Intensiva 1 e Neurologia dell'Ospedale San Luca di Lucca. Ed in modo particolare la dottoressa Maritato la dottoressa Renna e la dottoressa Falorni, per l'estrema professionalità e la loro costante presenza.

Con immensa riconoscenza, 

Carina e Maurizio Orsetti - Pisa".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


giovedì, 17 ottobre 2019, 09:13

Sara Aiello, quegli otto minuti per morire

Sono ormai anni che mi occupo di violenza contro le donne e che mi batto in prima linea per promuovere una campagna di informazione e prevenzione. Purtroppo però non è mai abbastanza


martedì, 15 ottobre 2019, 23:19

"L'Azzurro questa volta era... speciale!"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da un lettore dopo lo storico esordio di stasera, con la maglia della Nazionale, di Giovanni di Lorenzo, calciatore originario di Ghivizzano


Prenota questo spazio


martedì, 15 ottobre 2019, 16:15

“Non ci hanno fatto sfilare con la bandiera storica degli Alpini: perché?”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera pervenuta alla nostra redazione dal paese di San Martino in Freddana, nel comune di Pescaglia, a firma del signor Paolo Da Prato


giovedì, 10 ottobre 2019, 12:21

Rudy Guede e Meredith Kercher “versus” Amanda Knox e Raffaele Sollecito: la faccia di Perugia di cui non si parla mai

Torna a far discutere, a ridosso dell'anniversario della morte di Meredith, uno dei protagonisti della mattanza verificatasi nella notte tra il 1 e il 2 novembre del 2007, al n. 7 di Via della Pergola


giovedì, 10 ottobre 2019, 08:43

I migranti arrivano in Vaticano, ma sono di bronzo

Il barcone dei migranti approda a Piazza S. Pietro, ma i migranti sono di bronzo.  Perché, per quanto riguarda i migranti in carne e ossa, nello stato Vaticano,  siamo all’anno zero. Infatti nei Sacri Palazzi ne sono ospitati solo dieci


mercoledì, 9 ottobre 2019, 13:34

Federico Mattiello: un barghigiano alla corte di Maran

Nel Cagliari che sta stupendo tutti in questo avvio di campionato (settimo in classifica a pari merito della Lazio sesta con 11 punti, tre vittorie e due pareggi) c'è un giocatore che deve ancora far vedere il meglio del proprio repertorio.