Anno 3°

sabato, 4 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche

Problemi di calvizie? Ecco tutto quello che c’è da sapere

mercoledì, 5 febbraio 2020, 13:40

La calvizie è un problema che interessa un individuo su tre in Europa. Si tratta di un disturbo che molte persone tendono a sottovalutare fin quando non diventa irrecuperabile e che in molti tendono a legare solamente ad una questione di stress. Eppure per contrastare la caduta dei capelli esistono accortezze e rimedi naturali e non capaci di impedire alla chioma di cadere definitivamente che andrebbero messi in pratica alle prime avvisaglie di caduta. Ecco quindi qualche consiglio per gestire la caduta di capelli e proteggere la chioma da eventuali peggioramenti.

Prendi familiarità con il problema

Per prima cosa ti consigliamo di non buttarti troppo giù se la calvizie è già ad un livello avanzato perché le moderne tecnologie, oggi, consentono di porre fine al problema con interventi non invasivi e dai risultati assolutamente soddisfacenti. Per esempio puoi risolvere i problemi di calvizie con La Tricopigmentazione, un processo di micropigmentazione sul cuoio capelluto che riproduce una realistica presenza dei capelli.

Ci sono poi alcuni ingredienti naturali con i quali rinforzare i capelli tra cui Aloe Vera, olio d’oliva e latte di cocco. Questi ingredienti, facilissimi da reperire, servono ad avere capelli più resistenti e sani e aiutano a contrastarne la caduta. Puoi usarli per massaggiare lo scalpo e per reidratare il capello con una cadenza settimanale. Chiaramente sono rimedi non risolutivi ma che aiutano a contrastarne la caduta. L’argomento è direttamente collegato con l’alimentazione e lo stile di vita perché diete squilibrate e stress fannoirrimediabilmente perdere i capelli.

Cosmetici anti calvizie? Funzionano davvero?

La scelta dei cosmetici anti-calvizie è piuttosto irta di prodotti inutili che si prendono cura solamente del fusto del capello e non del resto. Per questo è importante affidarsi non a cosmetici ma a trattamenti veri e propri che agiscano sul cuoio capelluto. Non è vero che i capelli se tagliati spesso si rinforzano ma è vero anche che scegliere con cura i prodotti che applichiamo sulla chioma può avere un importante risvolto sulla sua salute. La calvizie ha cause molto più profonde che non derivano solo dalla scelta dei cosmetici ma è chiaro che questi, seppur con minor incidenza, hanno sicuramente effetto sul problema.

Ecco su cosa concentrarsi

Ci sono poi degli accorgimenti che possono migliorare la salute del capello a vista d’occhio, come praticare una corretta asciugatura, evitare elastici troppo stretti e l’utilizzo intensivo di troppi prodotti per capelli come balsami, gel, lacca e schiuma. Anche un utilizzo intensivo del cappello può indebolire la chioma nonostante si ritenga che questo sia più un “rimedio della nonna” che un vero e proprio consiglio anti-caduta. Ciò che veramente causa la calvizie è un problema legato al sistema scalpo-capello su cui agiscono due elementi dannosi per il capello: Didrotestosterone DHT e Prostaglandina D2. L’uno indebolisce cuoio capelluto e capello mentre l’altro ne amplifica gli effetti. Per questo tagli di capelli, shampoo e cosmetici non hanno effetti diretti su questi due elementi ma possono contribuire ad accelerarne gli effetti. Per questo la calvizie va tratta prima come un problema di salute e poi come un problema estetico, rivolgendosi a specialisti competenti che sappiano come intervenire scientificamente.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


venerdì, 3 aprile 2020, 08:26

Divieto di circolazione

Penultimo episodio della rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di alcuni scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro


giovedì, 2 aprile 2020, 15:24

Suicidi al fronte: non si muore solo di Covid-19

Daniela Trezzi, 34 anni, assegnata alla terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo di Monza, si è tolta la vita lo scorso 21 marzo. Non sappiamo le condizioni in cui versava Daniela certo è che dopo aver scoperto di aver contratto il virus era sprofondata nel timore di aver contagiato altri pazienti


Prenota questo spazio


giovedì, 2 aprile 2020, 08:13

Via Garibaldi, solo un forno aperto

Nuovo capitolo della rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di due scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro


mercoledì, 1 aprile 2020, 19:33

"Coronavirus, mio padre portava da mangiare al cane: era proprio necessario multarlo?"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera che una nostra lettrice ci ha inviato in merito a una sanzione somministrata, di questi tempi di emergenza sanitaria, al genitore che stava recandosi a portare del cibo al proprio cane da caccia in un capanno distante alcune centinaia di metri


mercoledì, 1 aprile 2020, 08:13

Tutto chiuso, come ci rialzeremo?

Continua la rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di due scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro


martedì, 31 marzo 2020, 08:17

Piazza Umberto, il centro della Garfagnana

Ancora un capitolo della rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di due scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro