Anno 3°

sabato, 4 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Terra Uomini e Ambiente, si tutelino i lavoratori"

martedì, 4 febbraio 2020, 18:20

di franco marcolin

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera aperta di Franco Marcolin, operaio forestale alle dipendenze di Terra Uomini e Ambiente, al liquidatore e al giudice per il procedimento di liquidazione della Cooperativa.

"Il giorno 31 gennaio riceviamo, non direttamente da Terra Uomini e Ambiente S.r.l. ma dalle Organizzazioni Sindacali, la comunicazione della proroga di affitto di azienda al 31 marzo 2020.

Sono sinceramente deluso e contrariato da questa decisione del Tribunale che, di fatto, favorisce, nell'ambito della negoziazione, la ditta, negando contemporaneamente tutele ai lavoratori.


Tre mesi prima della scandenza del 31/01/2020, le OO.SS. avevano chiesto un incontro per verificare lo stato delle cose in relazione alle condizioni dell'affitto e, specificatamente, della scadenza dello stesso. Il ritardo delle contrattazioni, imputabile unicamente alla ditta, ha fatto sì che Terra Uomini Ambiente S.r.l. non abbia onorato l'impegno preso di formulare offerta di acquisto al termine dell'affitto.

Evidenziando che il suddetto contratto d'affitto e relativo accordo sindacale è stato scritto nell'ottica di custodire il valore dell'attività della Cooperativa Terra Uomini e Ambiente, ma anche, e principalmente, per la salvaguardia dell'occupazione, anche se passando a tempo parziale, e rilevando che dopo tre anni in cui i lavoratori hanno prestato la loro opera pressochè continuativamente (ricevendo, in virtù della clausola di elasticità, trattamento part-time senza altre maggiorazioni) trovo quantomeno insolito che proprio in scadenza di affitto si debba fronteggiare una carenza di lavoro.

Ora TUA S.r.l. ha due mesi di tempo per esprimere una offerta di acquisto che non ha saputo formulare in tre anni oppure, in considerazione della carenza di lavoro nel periodo di clausola elastica, quindi senza garanzia di essere occupati, per rendere insopportabile la condizione di essere dipendenti di una azienda ma senza lavoro nè retribuzione?

Probabilmente TUA S.r.l. trova che il patrimonio della cooperativa sia nella storia e nel prestigio del nome, nelle certificazioni, nelle attrezzature e nei mezzi, ma non ha intenzione di acquisire il personale. Quindi trovo incomprensibile la decisione del Tribunale, mi sembra solo un procrastinare decisioni che TUA S.r.l. ha reso sempre più difficili e dolorose non rispettando le promesse che essa stessa aveva messo in campo.

Con la residua benchè minima speranza di sbagliare nell'analisi della situazione, Le invio distinti saluti"

Franco Marcolin, operaio forestale alle dipendenze di Terra Uomini e Ambiente


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


venerdì, 3 aprile 2020, 08:26

Divieto di circolazione

Penultimo episodio della rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di alcuni scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro


giovedì, 2 aprile 2020, 15:24

Suicidi al fronte: non si muore solo di Covid-19

Daniela Trezzi, 34 anni, assegnata alla terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo di Monza, si è tolta la vita lo scorso 21 marzo. Non sappiamo le condizioni in cui versava Daniela certo è che dopo aver scoperto di aver contratto il virus era sprofondata nel timore di aver contagiato altri pazienti


Prenota questo spazio


giovedì, 2 aprile 2020, 08:13

Via Garibaldi, solo un forno aperto

Nuovo capitolo della rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di due scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro


mercoledì, 1 aprile 2020, 19:33

"Coronavirus, mio padre portava da mangiare al cane: era proprio necessario multarlo?"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera che una nostra lettrice ci ha inviato in merito a una sanzione somministrata, di questi tempi di emergenza sanitaria, al genitore che stava recandosi a portare del cibo al proprio cane da caccia in un capanno distante alcune centinaia di metri


mercoledì, 1 aprile 2020, 08:13

Tutto chiuso, come ci rialzeremo?

Continua la rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di due scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro


martedì, 31 marzo 2020, 08:17

Piazza Umberto, il centro della Garfagnana

Ancora un capitolo della rubrica "Cambiamento" del fotografo castelnuovese Tommaso Teora che documenta, tramite la pubblicazione giornaliera di due scatti messi a confronto, la trasformazione del capoluogo garfagnino prima e dopo l'emergenza Coronavirus, con un auspicio per il futuro