Anno 3°

giovedì, 6 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

“Se al Borgo c’è mancanza di democrazia, a Vagli Sotto cosa c’è?”

venerdì, 17 luglio 2020, 08:41

di enzo coltelli

Riceviamo e pubblichiamo questo duro intervento del segretario comunale Pd di Vagli Sotto, Enzo Coltelli, in cui prende di mira l'atteggiamento dell'amministrazione comunale nei confronti della minoranza:

"Solo in questi giorni mi è caduto l’occhio su un articolo pubblicato proprio su questo giornale nei primi di questo mese, “Lega compatta a sostegno di Yamila Bertieri”, consigliere del gruppo di minoranza del Comune di Borgo a Mozzano.

Il mio intervento non vuole essere una critica nel merito della vicenda che non conosco e che per quanto letto, non me ne vogliate, ma mi sembra teso ad “un argomentare il limite dell’esistenza di un problema”.

Quello che sinceramente mi ha portato a scrivere è la presenza, tra tutti quanti si sono uniti a sostegno del consigliere/a Bertieri, del Sig. Luigi Pellegrinotti, commissario della Lega sezione Mediavalle Garfagnana. E fino a qui niente da dire, ma siccome ricopre anche la carica di consigliere nel Comune di Vagli Sotto, da dire c’è molto.

Tutti voi avrete letto più volte le lamentele dei Gruppo di Minoranza del Comune di Vagli Sotto che sempre ha lavorato e sta lavorando per tutelare l’interesse della comunità e perciò sempre vigile affinché le decisioni, i lavori e gli atti siano presi se non nel pieno della legalità almeno nella vicinanza e con trasparenza.

Proprio per questo tale gruppo ha avanzato all’amministrazione Comunale molte richieste di accesso agli atti su delibere, progetti, regolamenti ecc. ma a quanto mi risulta quasi tutte sono rimaste inevase ed a quante è stata data una risposta è stata solo parziale o insoddisfacente.

Valga per questo un esempio su tutti, la richiesta della documentazione progettuale relativa all’ampliamento e realizzazione di viabilità di circonvallazione lungo il promontorio di Vagli Sotto, territorio molto fragile dal punto di vista idrogeologico ove gli interventi vanno eseguiti con molta cura e non con escavatori. Orbene non molto tempo fa vi è stata frana a monte di tale viabilità, la minoranza con la richiesta degli atti progettuali voleva solo prendere atto, come sicuramente fatto da parte del Comune, se erano stati rispettati tutti quegli accorgimenti minimi quali la richiesta di autorizzazione alla autorità di Bacino del Fiume Serchio, l’area oggetto di intervento sembra soggetta a  frana attiva ovvero alla  soprindentenza in quanto area oggetto di molteplici vincoli. Ma tali atti non sono mai arrivati anche dopo solleciti.

Quanto sopra vuole essere solo uno degli esempi della considerazione e rispetto nei confronti della minoranza Consigliare e del proprio ruolo istituzionale che è chiamata a ricoprire, per non parlare delle diverse richieste avanzate da legali pagati dal Comune e sempre nei confronti dei componenti il gruppo di minoranza, di somme (trattasi di 30 mila euro a volta) di ristoro al fine di non adire per via giudiziaria per semplici critiche o alle singolari apostrofazioni “siete il gruppo di minoranza peggiore che ci sia stato…..”, “siete buoni solo a leggere…..”  e così via.

In conclusione ritornando al Sig. Pellegrinotti, pur essendo Io stato presente, penso a tutte le sedute del Consiglio Comunale, non ho mai udito la voce di questo signore talvolta neanche per rispondere all’appello, mentre ora lo ritrovo paladino delle difese della minoranza. Questo vi fa capire il peso ideologico dei rappresentanti della Lega almeno dalle nostre parti la contrapposizione già in comuni molto vicini. Da una parte semplicemente perché  rappresentano la minoranza sparano in quanto non è stato evidenziato l’interessamento della minoranza nel centellinare la posizione del “led” o qualcosa di simile e dove sono al governo non difendono un minimo di democrazia su posizioni molto serie.

Se questa è l’espressione politica della Lega accompagnata anche dagli altri esponenti presenti nel Consiglio, dico agli amici della minoranza che, visti anche gli ultimi sviluppi giudiziari, tengano duro perché è questione di poco e dico  “all’Amico Giani” non ti affaticare troppo perché se l’espressione Regionale riflette quella locale questi non hanno nessuna chance se non loro stessi di votare il PD".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


martedì, 4 agosto 2020, 08:30

Un predicatore francescano a Barga e Pieve Fosciana

Quarta puntata della rubrica a cura del dottor Manuele Bellonzi, originario di Barga, intitolata "Il Serchio ricorda": pillole della nostra storia


martedì, 28 luglio 2020, 13:31

Contessa Matilde: personaggio illustre per la storia di Bagni di Lucca

Nella storia d’Italia è spesso accaduto che le sorti e le fortune di un luogo siano state legate indissolubilmente alle gesta o alla benevolenza di alcuni personaggi. Non tutti forse conoscono la Contessa Matilde di Canossa, oppure Matilde di Toscana, o ancora Grancontessa, personaggio emblematico per Bagni di Lucca


Prenota questo spazio


martedì, 28 luglio 2020, 09:37

"Avviso per li funghi"

Terza puntata della rubrica a cura del dottor Manuele Bellonzi, originario di Barga, intitolata "Il Serchio ricorda": pillole della nostra storia


venerdì, 24 luglio 2020, 17:07

NSC: "Nessuno di noi deve sentirsi solo"

La segreteria regionale toscana dell'NSC (Nuovo Sindacato Carabinieri) interviene, con una nota, commentando i fatti accaduti a Piacenza


venerdì, 24 luglio 2020, 08:32

"Centrale idroelettrica sul Lima, progetto prosegue in sordina"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento del Comitato in Difesa del Lima che torna a dare battaglia sul progetto di costruzione di una centrale idroelettrica sul torrente Lima


giovedì, 23 luglio 2020, 12:16

Nasce un sindacato “giallo”?: le sigle sindacali militari in fermento

La proposta di legge Corda è passata pressochè indenne in quanto blindata. Sia la relatrice Deputata Corda che il Deputato Aresta hanno ribadito che il testo non era modificabile poiché frutto di una “mediazione”. Ad annunciarlo è la direzione del Nuovo Sindacato Carabinieri