auditerigi

Anno X

giovedì, 4 marzo 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

“Mia madre ricoverata al Santa Croce da nove giorni ed ho ricevuto una sola telefonata!”

lunedì, 22 febbraio 2021, 10:22

di stefano grilli

Un giovane di Castelnuovo di Garfagnana, Stefano Grilli, ci ha contattato per segnalare quello che lui stesso definisce un caso di “malasanità” che vede protagonista l’ospedale Santa Croce.

E’ noto, il protocollo covid ha interdetto le visite di familiari e amici ai degenti degli ospedali, ma garantisce comunque un costante aggiornamento sulle condizioni di salute degli stessi. Secondo Stefano, questo protocollo non è stato rispettato dal reparto di medicina del nosocomio del capoluogo, dove è ricoverata da nove giorni la madre. “Mia mamma – racconta il giovane, peraltro volontario presso la Misericordia – ha avuto problemi di salute un mese fa finendo ricoverata all’ospedale San Luca di Lucca. Nel corso della degenza, tutti i giorni, venivo contattato puntualmente dal personale ospedaliero, altre volte ero a chiamare avendo sempre puntuale risposta. Nove giorni fa, purtroppo mia madre è stata ricoverata presso il reparto di medicina del Santa Croce di Castelnuovo. Dopo la prima telefonata del personale che mi aggiornava sulle condizioni di salute di mia madre, non sono stato più contattato. Una settimana senza ricevere informazioni! Esasperato, mi sono attaccato al telefono per sapere qualcosa. Dopo varie insistenze mi ha risposto un’infermiera dicendomi che il medico non poteva rispondere perché impegnato nelle visite! Giustamente, lo capisco, ma non sta a me chiamare, è il personale che, in quello che un tempo era l’orario aperto alle visite, si dovrebbe incaricare di contattare i familiari!”.

Adesso cosa farai? “Intanto ho segnalato il fatto sui social e vi ho contattati affinchè tutti conoscano questo caso: domattina mi recherò presso l’ospedale per aprire la segnalazione al “Tribunale del malato”.


Questo articolo è stato letto volte.


lamm

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


giovedì, 4 marzo 2021, 14:47

Giocare online: un’ottima alternativa quando si resta a casa

Secondo le più recenti statistiche, moltissimi giocatori “tradizionali” hanno scoperto durante questo ultimo anno, la comodità di poter usufruire di tutta una serie di giochi di slot online, stando comodamente sdraiati sul divano del proprio focolare domestico


giovedì, 25 febbraio 2021, 09:42

Politici e politica nello Stivale, se non è zuppa è pan bagnato

Un lettore ci invia questo 'pensiero di un italiano qualsiasi' che è una riflessione sullo stato della politica e i suoi protagonisti negli ultimi decenni nel nostro sfasciato paese. La condividiamo in gran parte e la pubblichiamo volentieri


Prenota questo spazio


venerdì, 19 febbraio 2021, 21:27

Prendere casa in affitto a Firenze ora è conveniente come non mai

Prendere casa in affitto a Firenze potrebbe essere conveniente ora, come non mai, almeno per alcune formule abitative. Le restrizioni adottate per contenere la pandemia, quindi lo smart working e la formazione a distanza, hanno indotto molti fuori sede e recedere dai contratti d'affitto, liberando di fatto numerosi appartamenti


mercoledì, 10 febbraio 2021, 18:01

"10 febbraio, giornata del ricordo"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento del fiduciario sergente genio guastatori paracadutisti Riccardo De Lucia in occasione del 10 febbraio, giornata del ricordo, in memoria dei massacri delle foibe e l'esodo giuliano dalmata


lunedì, 8 febbraio 2021, 22:08

Come funzionano i coupon online

In un’epoca in cui risparmiare fino all’ultimo centesimo non è solo un bisogno primario delle famiglie numerose, ma quasi una sfida che ogni persona ingaggia con se stesso per far quadrare i conti a fine mese, la pratica dei coupon è diventata quasi una prassi


sabato, 6 febbraio 2021, 13:22

Non una di meno: “Via i manifesti contro l'aborto"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di "Non una di meno Lucca" in merito alla presenza sul territorio di manifesti contro le donne che ricorrono all’interruzione volontaria di gravidanza