auditerigi

Anno X

martedì, 13 aprile 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Gli insegnanti di Camporgiano insorgono: "Con il rally non si va a scuola"

domenica, 14 marzo 2021, 11:29

di lettera firmata

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera degli insegnanti della scuola secondaria di primo grado di Camporgiano che, giustamente, si chiedono come sia possibile che, in piena pandemia, la scuola venga "sacrificata" per il Rally del Ciocco:

"Nel momento particolarissimo e difficile che stiamo vivendo, per cui 9 su 10 studenti italiani sono costretti a fare didattica a distanza, in cui l'emergenza sanitaria sta nuovamente rendendo l'Italia una zona rossa con poche eccezioni nelle quali fortunatamente ad ora rientriamo, una circolare stabiliva, per ieri 13 marzo, la "sospensione del servizio di trasporto scolastico" per gli alunni che vivono nei luoghi interessati dal 44esimo Rally "Il Ciocco e Valle del Serchio".

Dopo tutte le polemiche che hanno investito il mondo della scuola in questi mesi e la necessità di dare assoluta priorità alla didattica in presenza, questa "giustificata" impossibilità di alcuni alunni di venire a scuola ci suona come un paradosso. È vero, si tratta solo di un giorno, ma il significato che i giovani (e non solo loro) colgono è: "il rally è più importante della scuola", "al rally e ai suoi possibili assembramenti non si rinuncia nemmeno nel pieno di una pandemia".

Non siamo d'accordo che la scuola sia sacrificabile di fronte a questa manifestazione che, peraltro, stona non poco con il tipo di ecoturismo a cui cui la nostra Valle punta e con la grave crisi ambientale nella quale siamo immersi".


Questo articolo è stato letto volte.


lamm

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Rubriche


Prenota questo spazio


venerdì, 9 aprile 2021, 08:19

"Giusto ricordarti, Roberto"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo toccante ricordo di Tommaso Teora in memoria dell'ex maggiore dei carabinieri Dante Roberto Chiappini, nato a Piazza al Serchio il 16 novembre 1950, venuto a mancare il 25 marzo 2001. A Castelnuovo, il 27 luglio 2002, è stata intitolata una piazza in suo onore


mercoledì, 7 aprile 2021, 10:21

La prima casa da gioco al mondo. Venezia o Bagni di Lucca?

Che il gioco d’azzardo in Italia sia una cosa serie e radicata nella cultura lo si può evincere da diversi fattori, tra cui i numeri fatti registrare in termini di spesa sul gioco virtuale negli ultimi tre anni, ma anche le innumerevoli testimonianze arrivate al giorno d’oggi e che risalgono all’antica...


Prenota questo spazio


lunedì, 29 marzo 2021, 19:06

“Chi dobbiamo ringraziare per l’errore che ha portato alla zona rossa?”

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Tiziano Innocenti, noto commerciante di Castelnuovo di Garfagnana, che torna a far sentire la propria voce dopo l'ultimo passaggio in zona rossa della Toscana


mercoledì, 24 marzo 2021, 11:45

Vaccinazione delle persone fragili: una mamma si dice preoccupata

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di una mamma, Grazia Bertolini, preoccupata per la gestione del sistema di vaccinazioni delle persone fragili


martedì, 23 marzo 2021, 19:52

Andreuccetti tende la mano a Baccini: "Noi del Pd aperti al confronto"

Il neosegretario del Pd Patrizio Andreuccetti sindaco di Borgo a Mozzano risponde alla lettera aperta che gli ha scritto Alberto Baccini di Italia Viva a proposito delle future intenzioni politiche del partito democratico


martedì, 23 marzo 2021, 13:04

"Ciao Patrizio, ti scrivo..."

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta a Patrizio Andreuccetti, nuovo segretario del Partito Democratico, scritta da Alberto Baccini, coordinatore di Italia Viva di Lucca e i suoi Territori