auditerigi

Anno X

martedì, 13 aprile 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sport

Baskin, il basket che sa includere

sabato, 11 giugno 2016, 17:52

Baskin. Ovvero, basket inclusivo. Questo il vero senso di uno sport che, anche in Garfagnana, sta prendendo sempre più piede coinvolgendo ragazzi e ragazze di ogni età. La squadra, il Cefa Baskin, gioca al palazzetto dello sport a Castelnuovo e si allena una volta a settimana. Il martedì, dalle 19 alle 20. E tutti possono aggregarsi per scoprire l’essenza di questa disciplina. Da chi ha confidenza con la palla a spicchi a chi, invece, non ha mai giocato o presenta difficoltà cognitive o motorie. L’unico requisito richiesto, oltre al fatto di avere almeno una donna in squadra, è quello dell’età: bisogna avere più di 14 anni. Stop. Per tutti gli altri le porte sono aperte al divertimento…

Ed è incredibile vedere l’affiatamento di questa squadra composta, al momento, da circa una ventina di ragazzi. Un’esperienza sportiva unica nella nostra valle. Il baskin, infatti, è uno sport che ha visto la luce a Cremona. Lontano da qui. A Lucca è approdato solo pochi anni fa, con la squadra Porcari Galaxi, poi si è rapidamente espanso grazie anche al contributo decisivo di Gianluca Orsi che ha dato la spinta giusta in Toscana per far conoscere questa disciplina e farla crescere. Un anno e mezzo fa, Gianluca ha fatto scoprire il baskin anche in Garfagnana. Ed è stato subito…amore. Da lì è nato il Cefa Baskin. E ora sono tre le formazioni in provincia di Lucca.
Vincenzo Suffredini, il presidente del Cefa Basket, ha subito accettato l’invito a creare una squadra anche da noi. E oggi condivide con Gianluca Orsi un posto all’interno della sezione territoriale. Gianluca come responsabile e Vincenzo come rappresentante per la Toscana. A cosa serve questa sezione? Beh, per promuovere il baskin sul territorio attraverso iniziative e progetti che coinvolgono anche le scuole. E l’obiettivo, finora, sembra essere centrato in pieno.

A Castelnuovo, però, Vincenzo ha dovuto trovare anche persone disposte a spendersi con sacrificio e passione per questo sport. E non è stato difficile. Ha trovato subito Stella Radicchi che, con entusiasmo, ha accolto l’invito a rivestire il ruolo di allenatrice e fondatrice della squadra. E oggi è ancora lei il vero traino del baskin a Castelnuovo. Ma nulla sarebbe possibile senza l’apporto fondamentale dei genitori dei ragazzi, i primi a scendere in campo al loro fianco, ma soprattutto degli allenatori Paolo del Grande e Michele Rocchiccioli. Per loro il baskin è divertimento, certo, ma anche agonismo. E questo è il messaggio che vogliono lanciare ai ragazzi.
E nel frattempo le soddisfazioni sono arrivate. Eccome. Da citare, ad esempio, il secondo posto conquistato in Coppa Italia a Novara. Due partite di livello, l’una vinta contro la P.s.g. Concordia Basket Schio, e l’altra persa, con onore, contro i campioni in carica dell’A.s.d. Baskin Ciuff Borgo Manero Novara. Un’emozione incredibile che ha lasciato il segno in chiunque vi ha partecipato. Pensate, ci sono voluti tre giorni per scaricare tutta l’adrenalina. Ma la squadra è già tornata in campo per allenarsi. Domenica 12 giugno, infatti, il Cefa Baskin parteciperà al Torneo Galaxi Baskin (1° Memorial Paolo Querci). L’appuntamento è per le 10, presso il palazzetto di Porcari, e vedrà quattro squadre di baskin a confronto. 
Il bello di questo sport è proprio la capacità di sviluppare le abilità che ognuno di noi ha, permettendo a tutti di dimostrare le proprie qualità sul campo. Il tutto con uno spirito di inclusione, appunto. In campo, infatti, tutti soffrono e gioiscono assieme. Sia in caso di vittoria che di sconfitta. E i ragazzi, in tutto questo, fanno un percorso graduale di apprendimento che va dal saper tenere in mano una palla da basket, al saperla trattare bene, fino a prendere dimestichezza con essa e con il tiro. Un gioco, insomma, dove tutte le differenze si annullano. 
Già, ma come si gioca a baskin? Le regole di base sono quelle del basket. Però ci sono anche delle differenze sostanziali. Il campo rimane quello regolamentare e le squadre rimangono due in campo. Cinque da una parte e cinque dall’altra. I ruoli però sono diversi. Il 5 solitamente è il giocatore più esperto, il 4 quello alle prime armi, il 3 quello che non ha una corsa fluida e un palleggio regolare e, infine, l’1 e il 2 sono coloro che giocano nelle aree laterali. Infatti a baskin si gioca su ben 4 canestri. I due regolari, ai lati opposti del campo, e i 2 posizionati a metà campo, proprio sulle linee laterali, uno di fronte all’altro. I periodi di gioco rimangono 4. Ma attenzione. I minuti sono 6 (effettivi) per ogni quarto. Insomma, la cosa migliore da fare è allacciarsi le scarpe e scendere in campo. Il resto viene da sé.  
E’ vero. Nella nostra zona il baskin fatica a prendere piede rispetto ad altre realtà nazionali. Quest’anno dovrebbe partire il campionato toscano perché nella nostra regione le squadre cominciano ad aumentare. Ma forse siamo ancora un po’ indietro. C’è bisogno di uno sforzo ulteriore per capire che il baskin, al pari degli altri, è uno sport a tutti gli effetti. Uno sport che ha un grande seguito in altre realtà. Ma forse, chissà, è semplicemente questione di tempo. Così, nel frattempo, non resta che augurare buon baskin a tutti.
Andrea Cosimini 







Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

lamm

prenota_spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Sport


prenota_spazio


lunedì, 12 aprile 2021, 19:37

Lucchesi sul gradino più alto nel CIRA 2 Ruote Motrici al Sanremo

Prosegue nel migliore dei modi il percorso di Lucchesi Jr Christopher nel Campionato Italiano Rally Asfalto Due Ruote Motrici CIRA al Rallye Sanremo.


lunedì, 12 aprile 2021, 17:33

Assolo di Verona a Livorno, ottimo Koech in Bulgaria

Un fine settimana con sapore di normalita' per il GP Parco Alpi Apuane Team Ecoverde, con ottime prestazioni in strada e in pista


Prenota questo spazio


sabato, 10 aprile 2021, 08:52

Continua l'avventura di Alessandro Bravi nel Clio Trophy

Archiviata la gara extra-trofeo, il Rally Del Ciocco, dove l'obiettivo era fare chilometri per prendere confidenza con la Renault Clio preparata dalla KITRacing e aumentare il feeling con il nuovo navigatore Cosimo Ancillotti, Alessandro Bravi punta al Rally di Sanremo per mettersi in evidenza e cercare di portare a casa...


venerdì, 9 aprile 2021, 10:26

DB Motorsport al primo via stagionale

Riccardo De Bellis e la Porsche saranno al via al Mugello per la prima e Christian Soriani farà da copilota a Davide Puppa  al Rallye Sanremo tricolore nell'ambito del Trofeo Suzuki


mercoledì, 7 aprile 2021, 19:30

Lucchesi al via del 'Rallye Sanremo' alla conquista di punti pesanti

Il giovanissimo pilota lucchese Christopher Lucchesi Jr. reduce dal secondo posto di classe ottenuta al Rally Il Ciocco, anche al 68° rallye Sanremo avrà a disposizione la Peugeot 208 Rally4 della GF Racing


martedì, 6 aprile 2021, 16:00

Ghiviborgo, rinviata la trasferta in casa della Bagnolese

Domenica 11 aprile il GhiviBorgo, reduce dal brutto passo falso interno subito dalla diretta concorrente Marignanese Cattolica, osserverà un turno di riposo forzato in virtù dei casi di positività al covid-19 riscontrati nella Bagnolese, prossima avversaria dei biancorossi