Anno 3°

martedì, 17 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sport

GP Parco Alpi Apuane non conosce soste: Bonacchi si impone a Barile

venerdì, 12 luglio 2019, 17:11

di michele masotti

Passano le stagioni ma non si placa la fame di successi degli atleti tesserati con il Gruppo podistico Parco Alpi Apuane del presidente Graziano Poli. In un periodo denso di gare serali estive, i biancoverdi stanno rispondendo presente nei vari appuntamenti disseminati lungo tutto il territorio toscano. A turno i vari portacolori apuani danno sfoggio delle loro qualità, dimostrando la profondità di podisti competitivi sui quali può fare affidamento.

La durissima “Tra l’Ombrone, il Vinicio e la Stella”, che prevedeva un percorso di 9 km sulle colline pistoiese, ha visto trionfare Marco Bonacchi. L’atleta biancoverde è salito sul gradino più alto del podio davanti ai due tesserati con l’Asc Silvano Fedi, Abdellatif Takatart e Ascanio Andreotti. Quarto posto per Giacomo Bugiani (Gs Orecchiella), seguito da Mattia Treve (Le Panche Castelquarto) e dall’onnipresente apuano Roberto Gianni, che si è difeso egregiamente sebbene fosse alla quinta gara in dieci giorni. Tra i “Veterani” netto successo di Andrea Marsili (Asd Lucca Marathon); medaglia d’argento che finisce sul collo di David Bianchini (Atletica Montecatini). Nella categoria riservata agli “Argento” è arrivata un’altra affermazione made in GP Parco Alpi Apuane grazie all’esperto alfiere biancoverde Claudio Simi, davvero a suo agio su questo percorso ricco di salite. In campo femminile, invece, ci ha pensato Linda Grazzini (Avis Copit Pistoia) a sbaragliare la concorrenza. A fare compagnia sul podio all’atleta locale troviamo, in rigoroso ordine di posizione, Romina Sedoni (Gs Lammari) e Elisabetta Panerai (Atletica Casalguidi).


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Sport


prenota_spazio


martedì, 17 settembre 2019, 12:16

Settembre Lucchese Juniores, GhiviBorgo la spunta sul Montecatini

Ancora una serata dalle forti emozioni al Settembre Lucchese. Quarti di finale della categoria Juniores e la grande sorpresa arriva dal Camaiore che supera di misura il Real Forte Querceta, una delle big del torneo


martedì, 17 settembre 2019, 08:36

Nuovo regolamento arbitrale: tante società a Castelnuovo per ascoltare A.I.A. e arbitri

Importante ed interessante riunione nei locali dello stadio “Alessio Nardini” di Castelnuovo oggi pomeriggio. A fare gli onori di casa la locale società calcistica che ha concesso la sala alla sezione A.I.A. e al Comitato F.I.G.C. di Lucca


Prenota questo spazio


lunedì, 16 settembre 2019, 22:41

Da Massimiliano a Christian, la dinastia Franchi non si ferma

Esordio a 17 anni tra i pali del Gallicano: l’emozione deve essere stata grande, quasi da non dormire, ma i consigli del padre Massimiliano alla fine hanno reso il debutto più leggero. Vittoria per 4-2, con lo zampino decisivo del proprio portiere, esordio da sogno. Che sia nata una (nuova)...


lunedì, 16 settembre 2019, 17:07

Cambio di programma: GhiviBorgo-Lucchese si giocherà al "Buon Riposo" di Pozzi

A dispetto di quanto preventivato da gran parte degli addetti ai lavori e dalle due società, che avevano già trovato l'accordo, non sarà lo stadio "Mannucci" di Pontedera ad ospitare il derby tra Ghiviborgo e Lucchese, match valido per la quarta giornata del girone A di serie D


lunedì, 16 settembre 2019, 09:00

Gp Apuane, Lombardi e Lazzini d’oro a Lari

Weekend con ottime prestazioni quello appena passato in casa GP Parco Alpi Apuane Team Ecoverde, dove un ritrovato Paolo Turroni è stato dominatore a Modena alla “Half Marathon Turaz”: 1h 9’ 55’’ il crono del forte mezzofondista ma protagonista anche in strada, reduce da una serie di infortuni che lo...


domenica, 15 settembre 2019, 21:00

Pareggio di rigore per il Pieve Fosciana in terra fiorentina

Botta e risposta dagli undici metri nel giro di cinque minuti tra Lanciotto Campi e Pieve Fosciana. La formazione continua a muovere la graduatoria sul campo ostico, anche per le delicate condizioni del manto erboso, come quello della matricola fiorentina