Anno 3°

lunedì, 30 marzo 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sport

Lucchese, piegato il GhiviBorgo nella ripresa

domenica, 26 gennaio 2020, 14:44

di michele masotti

2-0

Lucchese (4-2-3-1): Coletta, Pardini (52’Matteoni), Meucci, Papini e Soldati (52’Nolè); Cruciani e Fazzi (79’Presicci); Nannelli, Vignali (61’Bitep) e Remorini (72’Lici); Iadaresta A disposizione: Luglio, Yener, Gueye e Tarantino Allenatore: Francesco Monaco

GhivizzanoBorgo (4-4-2): Pagnini, Borgia, Subbicini, Brusacà e Dell’Orfanello; Papi, Bartolini, Aprile (79’Fioretti) e Viti; Nottoli e Felleca (67’Nezha) A disposizione: Scatena, Benedetti, Bagatti, Simoni, Berra, Canessa e Passaglia Allenatore: Rino Lavezzini

Arbitro: Rizzello di Casarano (Assistenti Parisi di Bari e Andreano di Foggia)

Marcatore: 58’Iadaresta e 78’Nolè

Note: Prima del match è stato osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Giulia Salotti. Calci d’angolo 4-4. Ammoniti Cruciani, Iadaresta, Felleca, Fazzi, Nolè, Matteoni, Lici e Pardini. Recupero 0’ e 4’.

Un convincente secondo tempo permette alla Lucchese di superare 2-0 la pratica GhiviBorgo, da stasera fanalino di coda in solitaria, accorciando così il divario dal Prato, fermato sul pareggio nel big match di Caronno Pertusella. Vetta della classifica, dunque, distante solo una lunghezza per i rossoneri, oggi costretti a fare a meno di Benassi, Gallon, Lucarelli, Ligorio e Bartolomei, abili a non perdere la bussola dopo una prima frazione non esaltante. Giornata odierna che ha visto lo scivolone della Sanremese, prossima avversaria di Meucci e compagni, nel derby di Vado Ligure. Prosegue, di contro, il periodo nero della formazione di Lavezzini disunitasi dopo la rete di Iadaresta. Il tecnico emiliano dovrà lavorare molto sull’aspetto psicologico dato che, specialmente nei primi 45’, i “colchoneros” della Media Valle avevano fatto vedere un buon gioco.

Un sole invernale accoglie Lucchese e GhiviBorgo per un derby che mette in palio punti pesanti sia in chiave primato che per quanto concerne la lotta salvezza. Bartolomei viene messo fuori causa dall’influenza; al suo posto torna titolare dopo più di un mese Pardini. Fazzi compone la cerniera mediana assieme a Cruciani mentre non ci sono novità nella batteria di trequartisti alle spalle di Iadaresta. Classico 4-4-2 per i “colchoneros” della Media Valle con l’ex Pagnini schierato titolare così come Brusacà e il lucchese doc Nottoli.

Deciso l’avvio del GhiviBorgo che al 5’ usufruisce di un calcio di rigore. Fa tutto Felleca, abile nel saltare secco Pardini che non trova di meglio che strattonarlo. Giallo e penalty indiscutibile che lo stesso attaccante campano calcia centralmente trovando la risposta con i piedi di Coletta, vero “bomber” della Pantera. Secondo rigore neutralizzato dal più forte estremo difensore del campionato. Episodio che non sveglia i locali, scesi sul terreno di gioco con un’inedita maglia nera con bordi grigi. Nonostante l’assenza del talentuoso Fomov, il centrocampo biancorosso ha buon gioco sfruttando la superiorità numerica nei confronti dei dirimpettai locali. Il primo squillo della Lucchese porta la firma di Vignali il cui destro, dopo una bella combinazione volante con Nannelli, non inquadra lo specchio della porta. Ancora più ghiotta la chance sciupata al 28’ dalla Lucchese. Elementare errore in fase di disimpegno di Subbicini, Remorini tocca centralmente per l’accorrente che da buona posizione si vede murare il suo destro da Pagnini.

Ghivizzano che trova terreno fertile per sfondare sulla corsia sinistra dove l’asse Dell’Orfanello-Felleca crea delle preoccupazioni alla difesa di Monaco. Motivo per cui il tecnico pugliese inverte la posizione dei due terzini. All’incedere del 45’ Nannelli scappa a via a Dell’Orfanello, splendido traversone per l’imperioso stacco di Iadaresta sul quale Pagnini compie un vero e proprio miracolo ricacciando in gol l’urlo del pubblico di fede rossonera.

Seconda frazione che si apre sulla falsariga di quella iniziale: GhiviBorgo più reattivo dei locali. Monaco prova a correre a ripari inserendo Matteoni e Nolè in luogo di Soldati e Pardini. Padroni di casa adesso disposti con un 3-5-2 dove Remorini e Nanelli agiscono come esterni a tutta fascia. Iadaresta, costretto troppe volte ad abbassarsi sino a centrocampo per giocare il pallone, cerca di scuotere i suoi compagni con una bella iniziativa personale terminata dal destro respinto lateralmente da Pagnini. La gioia del primo centro in maglia rossonera della punta campana arriva poco minuti più tardi. Grande discesa sulla fascia di Nannelli, morbido cross dell’ala fiorentina che viene tramutata in rete dalla potente girata di Iadaresta: nulla da fare per il portiere ospite. La Lucchese vede il Ghivizzano “barcollare” e allora prova a piazzare il secondo gancio. Il bolide di Cruciani viene respinto da Pagnini. Adesso è Lavezzini costretta a trovare l’antidoto per l’avanzata della Pantera. La prima mossa consiste nell’avvicendamento tra Felleca e l’ex Tamai Nezha. Solare il rigore negato al 68’ a Iadaresta, strattonato vistosamente da Brusacà. Come una partita a scacchi, immediata la contromossa di Monaco: fuori Remorini per Lici, con la difesa rossonera che torna così a quattro con Papini dirottato sulla corsia destra.

Al 79’ i padroni di casa chiudono i conti. Bravo e caparbio Nolè ad avventarsi su un pallone vagante in area biancorossa per poi scaricarlo in porta con il sinistro da posizione defilata. Prima rete, celebrata sotto la Curva Ovest, per il centrocampista pisano in questa sua seconda esperienza con i colori rossoneri. Nei quattro minuti di recupero da segnalare il pregevole lob dalla lunga distanza di Cruciani che per poco non beffa Pagnini.

Termina 2-0 per la Pantera: la caccia al primato continua con la Curva Ovest che invita tutti a seguire la squadra nella prossima trasferta di Sanremo.

Foto di Ciprian Gheorghita


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Sport


prenota_spazio


sabato, 28 marzo 2020, 19:33

Calcio, Mangini alle società: "Si potrà ripartire solo con la massima sicurezza, prima viene la salute"

Proprio in queste ore il presidente del comitato regionale Toscana Paolo Mangini, con la collaborazione del consiglio direttivo, ha scritto alle società un pensiero dove illustra l'attuale situazione che riportiamo di seguito


sabato, 28 marzo 2020, 15:02

Podismo, poca voglia di allenarsi, ma ciascuno si ingegna come può

La ripresa delle gare è molto lontana ma i runners, abituati ad allenarsi con tutte le condizioni atmosferiche, senza conoscere soste, al contrario di altri sportivi dilettantistici, avevano comunque proseguito l’attività nel primo periodo di restrizioni, che consentiva di svolgere sedute nel rispetto della distanza di sicurezza


Prenota questo spazio


sabato, 28 marzo 2020, 10:29

Cefa: il Coronavirus stoppa un sogno, non gli applausi

La squadra senior allenata da Maurizio Romani stava davvero compiendo un’impresa contro qualsiasi pronostico. Il presidente Suffredini ha così deciso di scrivere una lettera a tutti i ragazzi della Promozione targata Centro Computer


venerdì, 27 marzo 2020, 15:49

Come vive il calcio locale lo stop: “Difficile pensare allo sport, ancora più dura sarà ripartire”

La Gazzetta del Serchio ha svolto un’inchiesta nel mondo del calcio dilettantistico della Valle del Serchio, per capire come gli addetti ai lavori stanno vivendo questo momento difficile


venerdì, 27 marzo 2020, 14:47

Cefa Basket, stagione finita: la Fip chiude tutti i campionati regionali

L’emergenza Covid-19 sta iniziando a costringere le varie federazioni sportive a compiere scelte drastiche sul proseguimento o meno della corrente stagione


martedì, 10 marzo 2020, 13:25

Nuova data per il Rally Il Ciocco: si disputerà dal 18 al 20 giugno

Il 43° rally Il Ciocco e Valle del Serchio si svolgerà nella nuova data che è stata individuata e fissata dal 18 al 20 giugno prossimi, dopo il rinvio dalla data originaria, in ossequio alle disposizioni governative in tema di contenimento e gestione della emergenza epidemiologica da Covid-19