Spazio disponibilie
   Anno X
Lunedì 15 Aprile 2024
  - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
L'evento
16 Marzo 2024

Visite: 268

Nella sala riunioni del Consorzio MO.TO.R.E a Campotizzoro (PT), si è tenuto il primo convegno del “Distretto Rurale Forestale della Montagna Pistoiese” di cui il Gal Montagnappennino è il soggetto referente. Un incontro che ha messo al centro le politiche forestali locali per promuovere una nuova idea di sviluppo della montagna pistoiese.

“Si sono messe a confronto le istituzioni, il mondo scientifico e le imprese – spiega Marina Lauri, presidente del Gal – per rilanciare l'attenzione su un comparto estremamente importante per la montagna pistoiese. Significa creare una sinergia importante tra le politiche del Gal e del distretto, significa intercettare delle risorse, realizzare dei progetti ma soprattutto diventare un laboratorio di idee e un punto di riferimento su quelle che sono le politiche forestali in particolare della montagna pistoiese”

I confini territoriali del Distretto rurale della Montagna Pistoiese comprendono i territori dei comuni di Cutigliano, Uzzano, Montecatini T., Piteglio, Pistoia, S. Marcello Pistoiese, Pescia, Abetone, Sambuca Pistoiese, Montale, Serravalle Pistoiese, Marliana, Pieve a Nievole, Massa e Cozzile, Buggiano. Dei 97mila ettari, il 38,6 % sono di superficie forestale. Vanta sei produzioni tipiche fra i quali l'IGP fagiolo di Sorana.

“Il bosco copre buona parte del territorio del distretto, e tale aspetto costituisce di per se una risorsa e nel contempo un rischio per il mantenimento del paesaggio rurale che ha contraddistinto queste aree, che tra l'altro sono fortemente soggette a fenomeni di spopolamento ed invecchiamento – spiega la nota istitutiva della Regione – gli obiettivi sono valorizzare il patrimonio forestale dal punto di vista economico, favorendo lo sviluppo delle attività produttive ad esso collegate, creare i presupposti per mantenere la popolazione nelle aree montane e svantaggiate, favorendo un incremento reddituale anche attraverso le attività di formazione e la qualificazione delle imprese, certificare i prodotti della filiera forestale promuovendo altresì le filiere corte e locali e favorire la manutenzione del territorio riducendo le aree abbandonate, contrastando i fenomeni di dissesto idrogeologico, incrementando la biodiversità”.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Lunedì 15 aprile, alle ore 17, presso la Sala Colombo in Via del Giardino 47, sarà proposto…

La Lega Spi Cgil di Lucca e Pescaglia, visto l’ultimo documento prodotto dagli studenti del Liceo Vallisneri di…

Spazio disponibilie

Si terrà domani 10 aprile alle ore 18.30, presso la sala consiliare del palazzo comunale, il consiglio straordinario richiesto…

Spazio disponibilie

Ascit Servizi Ambientali SpA informa che, per la giornata di giovedì 11 aprile

Continuano, con successo, gli incontri sul territorio del candidato a sindaco Patrizio Andreuccetti. In vista dell'appuntamento elettorale dell'8…

Il coordinamento comunale FdI  di Borgo a Mozzano guidato da Riccardo Tardelli invita simpatizzanti ed iscritti all'incontro…

Pioggia prevista su tutta la regione per l’intera giornata di mercoledì 27 marzo. Una vasta area depressionaria interessa…

Spazio disponibilie

Prosegue "Dicci la tua" il percorso di incontri sul territorio che il candidato sindaco Patrizio Andreuccetti e la…

Lucia Biagioni: Vorrei ringraziare tutte le persone, parenti e amici che sono stati vicini a me, Marco…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie